Mercoledý 21 Ottobre21:40:12
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

La comunità di San Patrignano 'fa scuola'

Attualità Rimini | 20:47 - 07 Novembre 2007 La comunità di San Patrignano 'fa scuola'

La comunità di San Patrignano continua la sua lotta contro la droga, nel segno del fondatore Vincenzo Muccioli, anche fuori dai confini italiani. E fa scuola. Intensa, infatti, l'attività di relazioni e rapporti con le Nazioni Unite, da cui è riconosciuta come organizzazione non governativa (Ong), e con istituzioni pubbliche e associazioni di volontariato. Oggi si è svolta la visita dei responsabili dei servizi sociali della municipalità di Kristiansend (Norvegia), il cui obiettivo è costruire, nel loro Paese, un centro di recupero basato sul metodo di Sanpa. Il 13 novembre arriverà invece a Sanpa una delegazione del ministero degli Affari Sociali danese, e il 14 e il 16 toccherà a un gruppo di operatori della comunità olandese 'De Hoop', entrambi interessati a comprendere come San Patrignano affronta le nuove forme di dipendenza. Nei giorni successivi, una delegazione dell'associazione inglese 'Tomorrow's Peoplé, presieduta dalla contessa del Wessex Sophie Rhys-Jones, moglie di Edoardo d'Inghilterra, visiterà la comunità per valutare come inserire le metodologie antidroga del centro riminese all'interno dei loro programmi di reinserimento sociale e lavorativo di ragazzi emarginati o con problemi con la giustizia. Infine, a fine mese sarà una delegazione di San Patrignano a raggiungere gli uffici delle Nazioni Unite a Vienna per una riunione con tutte le Ong europee che operano nel campo delle droga, in vista dell'assemblea generale delle Nazione Unite del 2008, destinata a discutere le convenzioni internazionali su produzione, traffico e consumo di droga.

(Nella foto l'auditorium di San Patrignano)