Venerdý 25 Settembre18:34:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Interventi nel riminese, cinque arresti.

Cronaca Rimini | 14:59 - 21 Agosto 2008

Cinque arresti in altrettanti interventi dei carabinieri, ieri, nel Riminese. La scorsa notte a Riccione un algerino clandestino di 32 anni é stato fermato dai militari con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e furto. Nella spiaggia in zona 'Marano', l'uomo, strisciando sulla sabbia al buio, aveva appena sottratto a una coppia una borsa e un portafogli. Gli oggetti erano appoggiati su uno sdraio e sono stati presi senza che le due persone si accorgessero di nulla. Sono intervenuti i carabinieri, che hanno inseguito l'uomo che scappava in bici. Quando lo hanno raggiunto, lui ha reagito violentemente, prima di essere immobilizzato. Perquisito, aveva con sé un coltello multiuso. Gli oggetti rubati sono stati recuperati compresi 140 euro. Sempre a Riccione e ancora per resistenza a pubblico ufficiale è stato arrestato un albanese di 23 anni. Verso le 21,30 una pattuglia dei carabinieri, su viale Enna, ha inseguito una Bmw che aveva fatto una manovra sospetta. L'auto si è poi fermata. Dal sedile posteriore è uscito un uomo che è fuggito a piedi. Prima di essere bloccato dai militari, ha reagito con violenza. Arrestato, si è scoperto che l'albanese era stato espulso dall'Italia e rientrato senza permesso. A Misano Adriatico, vicino al bagno 38, un uomo di San Clemente (Rimini) di 69 anni, con precedenti, è stato arrestato con l'accusa di furto aggravato. Verso le 13,30 è stato colto sul fatto dai carabinieri, avvertiti dal bagnino, mentre cercava di impossessarsi del contenuto di una borsa, lasciata incustodita sotto gli ombrelloni. Circa alle 21,30 un altro riminese di 32 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato sorpreso dai militari a Morciano di Romagna, in via Abbazia, con otto grammi di hashish, nascosti nelle mutande. Per lui l'accusa é di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In casa sua è stato trovato materiale per confezionare la droga. Infine le manette sono scattate anche per un uomo originario del Bangladesh, di 23 anni, sorpreso a Riccione ieri sera, verso le 23. Non aveva rispettato il decreto di espulsione e l'ordine di allontanamento dall'Italia, emessi da prefetto e dal questore di Rimini, lo scorso 20 luglio.