Luned́ 21 Settembre17:57:15
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Import auto: GDF scopre evasione

Cronaca Rimini | 20:03 - 29 Luglio 2008 Import auto: GDF scopre evasione

I finanzieri della Compagnia di Rovereto hanno scoperto una maxi evasione fiscale nel settore del commercio di automobili, che ha portato alla denuncia di 14 persone e all'individuazione di fatture per operazioni inesistenti per circa 7,8 milioni di euro, costi indeducibili per 3,5 milioni di euro nonché violazioni all'Iva per circa 2,2 milioni di euro. La frode fiscale, emerge dalle indagini della Guardia di Finanza, è stata realizzata con il sistema della frode carosello all'Iva intracomunitaria, da una società con sede nella Vallagarina, operante nel settore della compravendita di auto nuove e usate di grossa cilindrata. Il rivenditore d'auto multimarche trentino avrebbe commercializzato, dal 2003 al 2006, circa 800 autovetture introdotte nel territorio dello Stato in totale evasione di imposta per un valore di circa 3,5 milioni. Per i mezzi è stato omesso il versamento dell'Iva per 700 mila euro. Tutti risultavano formalmente importati nel territorio nazionale da altri soggetti residenti in Italia attraverso società prive di una struttura operativa facenti capo a prestanome nullatenenti. I finanzieri della Compagnia di Rovereto hanno individuato le società cartiera a Napoli, Palermo, Grosseto, Rimini, Bassano del Grappa (Vicenza) e Manerbio (Brescia), i cui responsabili sono stati denunciati. Individuati anche altri commercianti d'auto in Friuli, Veneto, Emilia Romagna, Lazio.