Mercoledý 30 Settembre23:58:06
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il Verucchio festival chiude con una straordinaria edizione

Spettacoli Verucchio | 17:19 - 26 Luglio 2007 Il Verucchio festival chiude con una straordinaria edizione

Sceglie di chiudere questa 23esima edizione del Verucchio Festival, a voler siglare il  cartellone da lui stesso composto. Un cartellone che ha presentato 12 concerti di grande qualità e gusto musicale, che ha visto Verucchio ospitare artisti di livello internazionale, alcuni per la prima volta in Italia. Il Festival sta dimostrando la capacità di sapere creare un'atmosfera particolare, un Festival che vive nella città e con la città, capace di accogliere con discrezione e calore al tempo stesso il pubblico.Un’atmosfera che contagia gli artisti, generosi sul palco ma anche fuori dal palco. Artisti che non scappano finito il concerto ma che rimangono per conversare, per gustare il luogo, la sua gente e il pubblico. Gustavo Santaolalla si è letteralmente dato in pasto al pubblico nel dopo concerto per autografi, foto e conversazioni con chiunque lo avvicinasse. Fresu dopo la sua esibizione segue il concerto di seconda serata mescolandosi tra il pubblico e fa le ore piccole giocando a bigliardino nella piazza del paese, rispondendo ai saluti e alle battute di quanti lo sollecitano. Rokia Traorè arriva con un giorno di anticipo con al seguito la figlioletta e baby sitter per trascorre un giorno in completo relax  e da perfetta turista visita la Rocca, il Museo e si “immerge” nel paese affascinata dalla cucina dei suoi ristoranti.Ludovico Einaudi ogni sera si intrufola nella platea per tastare gli umori e scambiare impressioni col pubblico sugli artisti da lui proposti … e, durante il giorno, passeggia per i vicoli, si interessa agli scavi archeologici (età villanoviana VII-IX sec. a.C.) in corso, “per assaporare la musicalità di questo luogo incantato” che frequenta anche durante l’anno. E domani, sabato 28 luglio, Ludovico Einaudi dialogherà con il suo pubblico con il concerto del suo nuovo album DIVENIRE offrendo emozioni sottili, delicate, decise. Già disco d’oro “Divenire” che nasce da lontano. Inizia infatti a lavorare intorno a questo progetto nel 2002 e lontano dal caos, su un altopiano a 2.000 metri davanti alle Pale di San Martino.A seguire alla Rocca Malatestiana Mercan Dede DJ Set
Chiuderà con una festa nella corte della Rocca Malatestiana, la serata e il Festival con un DJ Set coinvolgente a cura di Mercan Dede, un nome già conosciuto al pubblico del Verucchio Festival. Il suo vero nome è Arkin Allen. Nato in Turchia, decide, da adolescente, di suonare il ney, flauto tradizionale. Passa poi alle percussioni. Oggi, Mercan Dede è un artista dalle molteplici sfaccettature, capace di fondere alla perfezione la tradizione sufi con il mondo dell’elettronica, richiesto dai locali più innovativi e di tendenza statunitensi ed europei.