Luned́ 06 Dicembre21:02:31
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il giorno della Memoria a Rimini

ASCOLTA L'AUDIO
Attualità Rimini | 09:02 - 27 Gennaio 2009 Il giorno della Memoria a Rimini

In occasione del Giorno della Memoria 2008  il Comune di Rimini, da molti anni impegnato sul tema dell’educazione alla memoria, propone testimonianze, proiezioni cinematografiche ed incontri con i testimoni. Si sta svolgendo al  Teatro  degli Atti un incontro con  Cesare Finzi, ebreo ferrarese perseguitato durante il Fascismo per  ragioni razziali e costretto all’esilio sotto falso nome con tutta la  famiglia. L’incontro è introdotto da Francesca Panozzo, dottoranda  all’Università di Urbino.  Alle ore 10.30 nel Parco “Ai caduti nei lager 1943-1945” in via Madrid, deposizione di una corona di alloro al monumento dedicato  alle vittime dei lager nazisti e di tutte le prigionie, con letture  di riflessioni e testimonianze di alunni ed alunne delle scuole di  Rimini. In serata, alle ore 21 (ingresso libero), la Cineteca Comunale in via  Gambalunga, 26, ospita la proiezione di Come una rana d’inverno – La  Shoah delle donne, di Daniela Padoan per la regia di Maurizio Amici.  Il documentario è costituito dalle lucide ed accorate riflessioni di  due tra le ultime testimoni del campo femminile di Auschwitz-
Birkenau, Liliana Segre e Goti Bauer. Il film sarà introdotto da  Laura Fontana e Gianfranco Miro Gori. Sarà presente Daniela Padoan.Giovedì 29 gennaio 2009, alle ore 21 (ingresso libero), in Cineteca  Comunale, proiezione del film Il bambino con il pigiama a righe di  Mark Herman, tratto dal romanzo di John Boyne: Bruno, bambino tedesco  
di otto anni, figlio di un ufficiale nazista, da sempre tenuto  all’oscuro degli orrori della guerra, diventa segretamente amico di  Shmuel, un coetaneo ebreo prigioniero del campo di concentramento  diretto dal padre. La loro amicizia sfocerà in inaspettate conseguenze.
Giovedì 26 febbraio 2009, alle ore 17.30, nell’Aula Magna Università  di Bologna Polo Scientifico Didattico di Rimini, in via Angherà 22,  conferenza magistrale di Georges Bensossuan dal titolo Anti- Illuminismo e violenze di massa. La svolta del XX secolo.
Georges Bensossuan, storico, per lungo tempo responsabile della  formazione sull’insegnamento della storia della Shoah presso il  Centre de Documentation Juive Contemporaine di Parigi (oggi Mémorial  de la Shoah), dirige dal 1993 la Revue d’Histoire de la Shoah.  Responsabile editoriale delle pubblicazioni del Mémorial de la Shoah,  è autore di numerose opere: Génocide pour mémoire. Desracines du  désastre aux questions d’aujourd’hui, Félin, 1989, Histoire de la  Shoah, PUF Coll. “Que Sais-je?”, 1996, Auschwitz en héritage. D’un  bon usage de la mémoire, Fayard-Mille et une nuits, 1998, edizione  rivista e ampliata nel 2003 (traduzione italiana della prima versione  L’eredità di Auschwitz: Come ricordare?, Einaudi, 2002), Une histoire  intellectuelle et politique du sionisme. 1860-1940, Fayard, 2002, il  libro ha ottenuto il prestigioso “Prix FSJU du livre d’histoire  2002” (traduzione italiana Il sionismo. Una storia politicae  intellettuale. 1860-1940, Einaudi 2007), Europe. Une passion  génocidaire. Essai d’Histoire Culturelle, Fayard-Mille et une nuits,  2006 (traduzione italiana per Marsilio prevista a gennaio 2009), Un  Nom impérissable. Israël, le sionisme et la destruction des Juifs  d’Europe, Seuil, 2008 (traduzione italiana per Utet prevista per il  2009).

Sentiamo la dott.ssa Laura Fontana responsabile del Progetto Educazione alla Memoria

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >