Domenica 29 Novembre05:04:45
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Il clandestino tunisino, dichiara legittima difesa.

Cronaca Rimini | 09:41 - 24 Giugno 2008

Il clandestino tunisino di 28 anni che ha ucciso con un coltello a serramanico lungo 22centimetri, un connazionale 26enne si è  dichiarato innocente e ha negato l'aggressione. L'assassino sostiene di aver subito le angherie e gli sfottò della vittima, che ironizzava sulla presunta infedeltà della ragazza romena di cui era innamorato. La linea di difesa dell'indagato, che domani sarà accompagnato davanti al giudice, sarà quella di sostenere che ha colpito per legittima difesa. Infatti, non sarebbe stato lui, nel bar di via costantinopoli, dove era nata la discussione, ad estrarre per primo il coltello. Così dopo essersi inizialmente difeso, il 28enne avrebbe disarmato il rivale e successivamente colpito.