Luned́ 30 Novembre12:22:35
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

II edizione Gusto Nudo: fiera dei vignaioli indipendenti

Eventi Emilia Romagna | 15:54 - 15 Aprile 2008

GUSTO NUDO si propone di ristabilire un filo diretto tra piacere e produzione, desiderio e lavoro: non si rassegna all’idea che produzione, distribuzione e consumo di massa condizionino completamente i nostri bisogni, interferiscano sui nostri saperi, determinino il godimento dei sapori. La fiera-mercato, quest’anno alla sua seconda edizione, vuole supportare e promuovere quei produttori sensibili e critici, legati al proprio lavoro e al territorio, esclusi dalla grande distribuzione proprio perché impegnati in una produzione attenta e responsabile: vignaioli che si dedicano coraggiosamente al conservazione  delle biodiversità, alla salvaguardia del territorio e si rifiutano pertanto di ricorrere alla manipolazione tecnologica tesa ad annullare differenze e carattere proprio delle varie “cultivar”.
Questo nuovo rapporto produttivo con la Terra genera vini e cibi che soddisfano piaceri sensoriali, costituendo un vero presidio dei territori, valorizzando il lavoro contadino e al tempo stesso mettendo  in cooperazione produttori e consumatori in nuove pratiche di opposizione al consumismo e al gusto omologato.

GUSTO NUDO costituisce un nodo per favorire nuove relazioni tra realtà agricole e urbane, una occasione  per produttori e vignaioli indipendenti di far conoscere la propria attività e propri prodotti, un’opportunità per un senso dell’agire lontano dal semplice consumo.
 
GUSTO NUDO si terrà a Bologna nei giorni 19 e 20 aprile 2008 nella sede del Quartiere San Vitale, all’interno del chiostro dell’ex convento di San Leonardo-Vicolo Bolognetti 2. 

Alla fiera-mercato parteciperanno vignaioli e piccoli produttori alimentari che condividono il progetto. I vignaioli e i produttori presenti garantiscono la qualità del prodotto finale e dei metodi di produzione. La fiera si propone di far conoscere al largo pubblico prodotti provenienti da tutto il territorio italiano generalmente definiti “di nicchia”, più per le storture del mercato (che premia dimensioni industriali e impone numeri, tempi e costi) che non per una scelta elitaristica dei piccoli produttori. Durante le due giornate i vignaioli e produttori presenti offriranno in degustazione i loro vini e prodotti che sarà anche possibile acquistare a prezzo sorgente (ovvero il primo prezzo al quale il produttore vende il proprio prodotto prima di ogni altro ricarico della catena commerciale).

Nel corso della manifestazione, inoltre, sono previsti laboratori di degustazione (su iscrizione) dove verranno proposti assaggi abbinati ai vini presentati dalle aziende partecipanti.
Alla fiera-esposizione si intreccia un programma artistico che prevede concerti e reading su tema enogastronomico.