Venerdì 18 Settembre09:50:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Goletta Verde, acque pulite sul litorale riminese

Ambiente Rimini | 12:55 - 09 Agosto 2008 Goletta Verde, acque pulite sul litorale riminese

E' buono lo stato di salute delle acque di balneazione della provincia di Rimini, l'unica leggera criticità si registra a Cattolica. E' questo il responso delle analisi di Goletta Verde, la campagna estiva di Legambiente, realizzata con il contributo di Vodafone Italia e Italgest Mare, e la collaborazione del Ministero dell'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare. I dati dei prelievi sono stati presentati in una conferenza stampa. Sei i punti campionati per la provincia, comprese le foci dei fiumi Uso e Marano: tutti entro i limiti di legge, fatta eccezione per il comune di Cattolica, che risulta leggermente inquinato. "I risultati positivi emersi dalle analisi non possono essere motivo di rilassamento per le amministrazioni locali - commenta Luigi Rambelli, presidente di Legambiente Emilia Romagna - L'assenza di piogge in questo periodo può aver influito positivamente sullo stato di salute del mare, non essendoci stato l'innalzamento dei fiumi, che raccolgono carichi inquinanti nell'entroterra. Come Legambiente vogliamo sottolineare la necessità da parte delle amministrazioni di guardare ad una tutela ambientale non solo del mare e delle coste. Il problema va risolto a monte: gli impianti di depurazione nelle località balneari stanno dimostrando di poter reggere il carico antropico di questi mesi, ma la stessa attenzione non viene riservata ai corsi fluviali. Questa problematica non deve essere sottovalutata, perché se è vero che lungo le coste non ci sono grandi problemi, questi potrebbero arrivare proprio dai fiumi che poi finiscono in mare". Nel suo ritorno sul litorale riminese, Goletta Verde registra anche "la preoccupante crescita delle costruzioni edilizie. La nuova ondata di cemento, causa diretta di una scarsa attenzione alla pianificazione e gestione del territorio, rischia di allontanare ancora di più la provincia da un modello turistico sostenibile". Legambiente Turismo ricorda "a tutti, anche all' imprenditoria migliore già impegnata in questo sforzo, che bisogna continuare con azioni attente al territorio e di conseguenza rispettose dei cittadini e di tutti quei turisti che scelgono la riviera come meta per le loro vacanze". "Bisogna sconfiggere l'idea per cui il territorio per essere valorizzato debba essere abusato e distrutto - dice Elisabetta Galgani, portavoce di Goletta Verde - Come ogni anno, oltre ad analizzare lo stato di salute delle acque di balneazione, puntiamo i riflettori su tutte quelle attività che vanno a danno del litorale. Continuiamo a chiedere alle amministrazioni una particolare e costante attenzione alle coste, nel tentativo di sventare la minaccia di una cementificazione selvaggia. Vogliamo ribadire il nostro 'si'' ad un turismo sostenibile, capace anche di valorizzare ulteriormente il territorio".