Marted́ 29 Settembre21:37:43
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giro: tappa piena di cadute, in 16 finiscono a terra

Sport Cesena | 22:17 - 21 Maggio 2008 Giro: tappa piena di cadute, in 16 finiscono a terra

Numerose le cadute nel corso dell'undicesima tappa, da Urbania a Cesena, per via dell'asfalto reso viscido dalla pioggia. Ricco, quindi, il bollettino medico dopo l'arrivo. Nella parte iniziale della gara, in discesa, è caduto il n. 118 Mauro Santambrogio: il ciclista della Lampre ha riportato una forte contusione alla spalla sinistra. Trasportato in ambulanza nell'ospedale di Urbino è stato sottoposto a radiografie che non hanno evidenziato fratture. Nella stessa caduta sono stati coinvolti il n. 132 Vladimir Efimkin, che ha rimediato una contusione alla spalla destra, il n. 138 Andrea Tonti (ferita lacero-contusa alla coscia sinistra), il n. 177 Robbie McEwen (contusione alla gamba destra, con ematoma alla tibia, escoriazioni al ginocchio e alla spalla sinistra). Nella discesa del Carpegna sono finiti a terra, inoltre, il n. 61 Emanuele Sella, caduto successivamente per altre due volte: il ciclista della Csf Group-Navigare ha riportato escoriazioni diffuse e una ferita lacero-contusa nella regione anteriore della coscia sinistra; il n. 49 Luis Pasamontes Rodriguez, il n. 127 Franco Pellizotti, il n. 194 Gustav Larsson e il n. 123 Dario Cataldo. In un'ulteriore caduta è rimasta coinvolta la maglia rosa, il n. 139 Giovanni Visconti, che ha riportato escoriazioni diffuse (ma non ha niente di rotto), sia a destra che a sinistra, il n. 21 Levi Leipheimer e il n. 159 Leonardo Piepoli. Quest'ultimo ha rimediato una ferita all'arcata sopraccigliare destra, poi ha subito un colpo di bicicletta nel costato che lo scalatore spera di assorbire fra domani e dopodomani, in modo da presentarsi in buone condizioni nella tappa dell'Alpe di Pampeago. Nell'avanguardia del gruppo sono caduti il n. 162 Alessandro Bertolini, che poi avrebbe vinto la tappa nonostante una ferita escoriata al gomito sinistro e al fianco sinistro, il n. 68 Tiziano Dall'Antonia (escoriazioni e contusioni al gomito sinistro), il n. 3 Gabriele Bosisio (escoriazioni alla spalla, al gomito e alla coscia destra), infine il n. 62 Fortunato Baliani.