Sabato 27 Febbraio01:11:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giovani vanno a San Marino per petardi proibiti

Cronaca Repubblica San Marino | 10:01 - 31 Dicembre 2007 Giovani vanno a San Marino per petardi proibiti

Molti giovani si rivolgono nelle ore che precedono la notte di fine anno alle armerie della Repubblica di San Marino per acquistare fuochi e petardi, in particolar modo quelli di quarta categoria per il cui acquisto é richiesto il porto d'armi in Italia, non necessario invece nelle armerie della Repubblica del Titano, dove è sufficiente essere maggiorenni. Del fenomeno ha dato conto anche il TgR Rai, in un servizio, realizzato anche con una telecamere nascosta. Il servizio ha mostrato diversi ragazzi intenti ad acquistare i grossi petardi in un'armeria sammarinese ("questo in un cassonetto... e il cassonetto non lo trovi piu" spiega nelle riprese uno del gruppo). Cinque euro il costo di un petardo di quarta categoria, secondo il servizio. Un commerciante, nelle immagini, racconta che con un 'petardone' un cacciatore è riuscito addirittura ad uccidere un cinghiale. Ma se comperare e vendere a San Marino è legale, ha spiegato il questore di Rimini Antonio Pezzano, tornando in Italia si rischia di dover rispondere della detenzione illegale dei fuochi, sparo in luogo pubblico e, eventualmente di lesioni nel caso di danni a persone.

Servizio di Glauco Valentini

< Articolo precedente Articolo successivo >