Domenica 28 Novembre16:09:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Giorno Memoria: messaggi e commenti politici ER

Attualità Emilia Romagna | 23:21 - 27 Gennaio 2009

Molti i messaggi e i commenti del mondo della politica emiliano-romagnola in occasione del giorno della memoria. Da Bologna Flavio Delbono, candidato a sindaco per il Pd, ha sottolineato in una nota come "ricordare la tragedia della Shoah non è solo un dovere verso chi è rimasto vittima della più brutta pagina della storia contemporanea, ma è anche un modo per evitare che eventi del genere si ripetano". Un'occasione, quindi, "per insegnare alle nuove generazioni i valori della democrazia, del rispetto reciproco e il contrasto a ogni forma di discriminazione". A celebrare il giorno della memoria "ma senza strumentalizzazioni politiche" è anche Antonio Del Prete, segretario regionale e provinciale di 'Gioventu' italianà, movimento giovanile de 'La Destra'. "Intendiamo ricordare tutte le persone che videro la propria anima violentata e persero la vita nell'inferno nazista", ha premesso Del Prete precisando che "per noi valorizzare pienamente una giornata come questa significa farlo da uomini, spogliandosi delle casacche politiche, evitando dunque di strumentalizzare una tragedia simile". Molti i messaggi e i commenti del mondo della politica emiliano-romagnola in occasione del giorno della memoria. Da Bologna Flavio Delbono, candidato a sindaco per il Pd, ha sottolineato in una nota come "ricordare la tragedia della Shoah non è solo un dovere verso chi è rimasto vittima della più brutta pagina della storia contemporanea, ma è anche un modo per evitare che eventi del genere si ripetano". Un'occasione, quindi, "per insegnare alle nuove generazioni i valori della democrazia, del rispetto reciproco e il contrasto a ogni forma di discriminazione". A celebrare il giorno della memoria "ma senza strumentalizzazioni politiche" è anche Antonio Del Prete, segretario regionale e provinciale di 'Gioventu' italianà, movimento giovanile de 'La Destra'. "Intendiamo ricordare tutte le persone che videro la propria anima violentata e persero la vita nell'inferno nazista", ha premesso Del Prete precisando che "per noi valorizzare pienamente una giornata come questa significa farlo da uomini, spogliandosi delle casacche politiche, evitando dunque di strumentalizzare una tragedia simile". Questa mattina, inoltre - per la prima volta e su iniziativa della presidenza del Consiglio dei ministri - il prefetto di Bologna Angelo Tranfaglia ha consegnato la medaglia d'onore a 16 cittadini internati nei lager nazisti o deportati in Germania. Tranfaglia ha sottolineato l'importanza e la valenza del riconoscimento, evidenziando come "il ricordo del passato debba fungere da monito alle nuove generazioni perché la barbarie dell'odio e della violenza razziale non abbia a ripetersi mai più". Cerimonie simili si sono tenute, fra l'altro, nelle prefetture di Rimini e Ravenna.

< Articolo precedente Articolo successivo >