Giovedý 26 Novembre18:28:24
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Gioielliere cerca da 18 anni erede diamante, lo trova e lo rende

Attualità Repubblica San Marino | 19:34 - 25 Aprile 2008 Gioielliere cerca da 18 anni erede diamante, lo trova e lo rende

Un gioielliere di San Marino, Giuseppe Arzilli, ha custodito per 18 anni nel suo caveau un diamante che gli era stato affidato nel 1990 dall'ex ambasciatore italiano Nicola Lo Russo Attoma, poi morto, cercando inutilmente gli eredi. Fino a oggi, quando è stato rintracciato un nipote. Il gioielliere che, dopo la inattesa scomparsa del proprietario del diamante (che gli era stato affidato senza la richiesta di una ricevuta, perché realizzasse un anello) e della moglie non aveva mai smesso le ricerche per rintracciare i legittimi eredi, ha parlato della vicenda all'attuale ambasciatore d'Italia a San Marino, Fabrizio Santurro, che ha reso possibile il contatto con l'erede. Oggi infatti, il nipote dell'ambasciatore, Gherardo La Francesca, direttore generale per la promozione e la cooperazione culturale della Farnesina, si è recato a San Marino a rendere omaggio alla tomba di famiglia dove sono sepolti i coniugi Lo Russo Attoma. E domani pomeriggio, nella sede dell'ambasciata italiana del Titano, ci sarà una cerimonia con la restituzione del diamante dal gioielliere Arzilli al nipote di Lo Russo Attoma, Gherado La Francesca. "La favola ha quindi oggi un lieto fine e anche una bella morale - commenta l'ambasciatore Santurro che ha reso noto la vicenda - Da una parte c'é la prova di una grande fiducia, dall'altra di una grande onestà. E Italia e San Marino sono anche questo".