Sabato 17 Aprile08:40:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Furti di Piante. Riceviamo e pubblichiamo da Anthea.

Ambiente Rimini | 13:20 - 07 Giugno 2010

Anche quest’anno l’opera di abbellimento della città in zona mare, in vista della stagione estiva, subisce l’azione incivile di persone prive di qualsiasi senso civico. Tutti gli anni si ripetono i furti di piantine da fiore stagionali (viole, begoniette, gerani, impatiens, ecc.), particolarmente nei momenti dei trapianti, quando le piantine non hanno ancora radicato e sono facilmente riutilizzabili. A questi si aggiungono danneggiamenti e atti vandalici che, purtroppo, ormai sono da considerare fisiologici. I furti di piantine avvengono in varie zone della città, con una particolare frequenza in Viale Principe Amedeo, Ponte dei Mille e Ponte della Resistenza. Sui ponti il furto comprende spesso l’intera fioriera e negli ultimi anni sono aumentati per intensità e frequenza. I danneggiamenti invece sono più frequenti nelle aiuole del  lungomare. Ai furti si aggiunge il comportamento di alcune persone che lasciano libertà ai propri cani di utilizzare le aiuole come zona di sgambamento e toilette.
Quest’anno, però, in Viale Principe Amedeo s’è raggiunto davvero un limite intollerabile. Nel viale da alcuni anni sono state installate delle moderne fioriere, munite di impianto di irrigazione automatico allo scopo di adornare la principale via di accesso al mare della nostra città e fin dal primo anno si sono registrati i furti. Le piantine sono collocate su più livelli e ciò probabilmente sta ispirando il loro asporto, quasi fossero sul ripiano di un supermercato. Quest’anno i furti sono aumentati in maniera insostenibile. Le fioriture estive sono state trapiantate oltre 20 giorni fa e quasi quotidianamente i giardinieri di Anthea sono costretti a rimpiazzare le piantine mancanti. Ora sono terminate le scorte di piantine con gli stessi colori di quelle rubate, tra poco finiranno anche le scorte di qualsiasi tipo di piantina.
Finora nelle fioriere di viale Principe Amedeo sono state utilizzate circa 2.500 piantine, 700 sono quelle rubate. Uno stillicidio quotidiano. Avanti di questo passo, saremo costretti all’estrema decisione di dover rinunciare alla installazione delle fioriere in viale Principe Amedeo.

< Articolo precedente Articolo successivo >