Domenica 27 Settembre09:39:10
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Formaggio di fossa: Talamello rivuole la denominazione DOP

Attualità Talamello | 16:41 - 06 Agosto 2008

La situazione determinatasi a seguito della nuova proposta di denominazione della dop del formaggio di fossa, mutata da “Formaggio di fossa di Sogliano al Rubicone e Talamello” in “Formaggio di Fossa di Sogliano” , penalizza fortemente questo Comune, realtà storica che come Sogliano al Rubicone ha recuperato e valorizzato il formaggio di fossa, fin dalle sue antiche origini; anzi, Talamello è stata l’unica realtà che ha sempre mantenuto un elemento fondamentale della tradizione, che doveva essere recepito nel disciplinare, quale l’unica infossatura all’anno, quella tradizionale. La denominazione “Formaggio di fossa di Sogliano al Rubicone e Talamello” DOP era stata oggetto di uno specifico accordo,  sottoscritto in data 20.4.2005 anche da codesto Ministero, determinato da un fatto incontrovertibile e cioè che le due località, Sogliano al Rubicone e Talamello, da sempre, hanno tutelato e valorizzato l’importante produzione. Non si può cambiare un accordo senza coinvolgere tutti coloro che vi avevano partecipato, ad iniziare dai Comuni, dal Comune di Talamello, l’attività dei quali è stata un fatto determinante per arrivare alla proposta di DOP. Un accordo che riguardava non un dettaglio ma un elemento fondativo della DOP, la denominazione, che necessariamente deve racchiudere la storia del prodotto; e non c’è storia del formaggio di fossa di Sogliano senza Talamello, così come non c’è di Talamello senza Sogliano. E’ un fatto notorio, insindacabile, che il formaggio di fossa è conosciuto come di Sogliano e di Talamello. Il comune di Talamello richiede pertanto al Ministero, di rivedere la decisione assunta, confermando alla Unione Europea la denominazione “Formaggio di fossa di Sogliano al Rubicone e Talamello” DOP: la denominazione così formulata rispecchia fedelmente la storia e la realtà del formaggio di fossa e non si vede come uno Stato non riesca a fare valere questa situazione di fatto.