Marted́ 02 Marzo05:18:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Fiere: Bologna; Montezemolo, con Rimini nulla di deciso

Attualità Rimini | 08:55 - 21 Dicembre 2007 Fiere: Bologna; Montezemolo, con Rimini nulla di deciso

Nulla di deciso nel rapporto della Fiera di Bologna con Rimini. Luca di Montezemolo tiene a precisare che "gli accordi si fanno se sono utili" e spiega che le ipotesi in campo sono tre: non fare niente, quella massima dell'integrazione e quella minima basata su iniziative mirate per iniziative internazionali (manifestazioni all'estero o interesse per qualche quartiere fieristico). Il presidente della Fiera di Bologna tende a scartare l'ipotesi del nulla di fatto. "Mi sembra l'ipotesi meno realistica" dice ai giornalisti nella conferenza stampa di fine anno dopo l'ultimo consiglio di amministrazione del 2007, ma non si sbilancia sulle previsioni. "Lasciateci lavorare", incalza l'amministratore delegato Michele Porcelli il quale con una punta di orgoglio tiene a precisare che da un eventuale alleanza con Rimini non nascerebbe il secondo gruppo fieristico, solo perché Bologna da sola lo è già. Nella discussione interviene anche uno dei vice presidenti Luigi Marino che tira le orecchie al presidente riminese Lorenzo Cagnoni per le affermazioni dell' altro giorno su un possibile accordo entro maggio, auspicando per il futuro "comunicati congiunti, e che ognuna delle parti non parli da sola". Ma lo stesso Montezemolo ha invitato i suoi soci a parlare dei problemi della Fiera "in consiglio piuttosto che sui giornali". Dunque anche per questo aspetto bisognerà attendere il 2008, ma l'impressione è che da gennaio a maggio i soci di Bologna dovranno affrontare un lungo percorso per ridefinire tutto, dai patti parasociali alla governance, alle nuove regole per la nomina di presidente ed ad. In questo quadro dovrebbe trovare soluzione anche il problema dello spin off immobiliare, voluto dai privati, ma sul quale i pubblici sono nettamente contrari. Oggi su questo aspetto Montezemolo si è limitato a dire "il patrimonio è molto importante e si può valorizzare".

Servizio audio di Glauco Valentini

< Articolo precedente Articolo successivo >