Luned́ 06 Dicembre13:30:48
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ferretti: ok ipotesi accordo cassa integrazione

Rimini | 19:34 - 21 Gennaio 2009 Ferretti: ok ipotesi accordo cassa integrazione

Raggiunta l'ipotesi di accordo sulla prima tranche di cassa integrazione alla Ferretti Spa. Lo ha reso noto la Fillea-Cgil di Rimini, al termine dell'incontro che si è svolto nella sede di Confindustria Forlì tra l' azienda, le Rsu dei cantieri di Cattolica, San Giovanni in Marignano e Forlì e le organizzazioni sindacali di categoria, per l'esame congiunto della richiesta di cassa integrazione ordinaria. "Se teniamo conto - commenta la Fillea - che nel settore della nautica il periodo che va da febbraio ad agosto è un periodo durante il quale si lavora in regime di flessibilità e/o straordinario, la controtendenza, visto che si tratta di un prodotto di alta fascia, non può che accentuare le preoccupazioni sullo stato della crisi. Siamo all'inizio, ma quando si parla di un'azienda di queste dimensioni (circa 980 dipendenti complessivi), si deve tener conto anche delle ricadute negative che ci saranno per le imprese terziste, che per la Ferretti hanno un'incidenza di manodopera di circa il 40%. Il dato quindi non può che accentuare una preoccupazione che va oltre l'impegno dichiarato dell'azienda di mettere in campo ogni risorsa possibile per invertire la tendenza negativa. Le Organizzazioni sindacali insieme alle Rsu, in merito alla richiesta di cassa integrazione, hanno concordato con l'azienda, oltre alla gestione che prevede un primo utilizzo nel mese di febbraio di una settimana, due settimane in marzo, per una prevedibile ripresa in aprile, il monitoraggio e la verifica con un primo incontro già fissato entro fine marzo. L'altra questione oggetto del tavolo è stata una richiesta di chiarimenti sulla situazione finanziaria, altro elemento di forte preoccupazione se abbinato ad una contrazione importante di ordini". L'incontro di oggi si è chiuso - spiega la Fillea - "con una serie di impegni da parte dell'azienda che ha comunque smentito le voci diffuse da alcuni organi di stampa nazionale su una presunta situazione finanziaria. A parte le dichiarazioni ufficiali, le organizzazioni sindacali verificheranno in corso d'opera la coerenza delle affermazioni dell'azienda".

< Articolo precedente Articolo successivo >