Marted́ 07 Dicembre22:42:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ex colonia Murri, al via da Settembre

Attualità Rimini | 19:54 - 20 Gennaio 2009 Ex colonia Murri, al via da Settembre

Un nuovo grande progetto per Rimini che arriva alla fase realizzativa dopo un ventennio di stop legato a problemi amministrativi. E' l'ex colonia Murri di Bellariva che diventerà 'Rimini & Rimini', una vasta area fronte mare, lunga circa 700 metri, che ospiterà un centro commerciale, aree di ristorazione, piazze, servizi, palazzine residenziali, piste ciclabili e ben 1500 posti auto. Il tutto, progettato dall'architetto Andreas O. Kipar, privilegerà il verde e la riqualificazione urbanistica e ambientale, riproponendo le originiarie dune sul lungomare che caratterizzavano l'arenile romagnolo prima del boom edilizio. Il progetto ex Murri è nato alla fine degli anni '70 ma si e' concretizzato solo nel 1991, quando però divergenze tra pubblico e privato bloccarono il cantiere, già aperto. Oggi che i vari contenziosi con la Regione, il demanio e gli altri enti pubblici, fra cui la Soprintendenza, sono superati da accordi specifici, i lavori possono partire. La Valdadige, azienda che realizzerà e gestirà l'area per 99 anni, ottenuta la concessione del diritto di superficie dal Comune, è ora in attesa della concessione edilizia. Presentato il piano particolareggiato e messo in sicurezza sismica l'edificio storico della ex colonia, occorrerà definire il project financing per la parte pubblica, parcheggi e viabilità e appaltare le opere. Secondo i vertici della Valdadige, sono tutte procedure che verranno definite entro giugno con partenza dei lavori a settembre sino a fine 2011. Circa 60 i milioni investiti dall'azienda che vanta già altre grandi realizzazioni in riviera, come il parco Acquafan - Oltremare di Riccione. L'ing. Antonio Benzi, numero uno della Valdadige, parla di "nuova offerta turistica e fonte di attività economiche che aiuterà Rimini. Nel progetto c'é un grande potenziale di successo perché 'Rimini & Rimini' corrisponde alla nuova domanda dei tanti turismi diversi. E si andrà ad affiancare a fiera, palacongressi, darsena, auditorium e università che stanno trasformando Rimini da una capitale del turismo a 3 stelle a una a 6 stelle". Molto soddisfatto anche il sindaco, Alberto Ravaioli, per il quale "é stato fondamentale il rapporto pubblico-privato, e c'é stato un piccolo capolavoro di diplomazia degli uffici comunali per superare i tanti nodi giuridico-amministrativi che una realizzazione così grande comporta". L'architetto Kipar ha sottolineato che "Rimini coniugherà convivenza con cultura. La città, come una foglia, ha bisogno di densità e permeabilità. Noi abbiamo cercato proprio questo binomio con tanto verde, le dune, il movimento ondulare degli edifici e delle aree. Che saranno tutte pedonalizzate grazie ai parcheggi interrati e collegate direttamente al mare. Vogliamo far camminare i turisti, non trattarli come topolini che devono continuamente superare ostacoli".

< Articolo precedente Articolo successivo >