Marted́ 31 Marzo19:21:32
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Don Benzi:Vescovo di Rimini, si faceva povero tra i poveri

Cronaca Rimini | 13:51 - 02 Novembre 2007

"Questo per lui significava amare i poveri, significava farsi povero non solo per i poveri, ma tra i poveri". E' questo, per il vescovo di Rimini monsignor Francesco Lambiasi, il "testamento spirituale più prezioso" lasciato da don Oreste Benzi, scomparso la notte scorsa nella città adriatica. "A noi lascia - dice mons. Lambiasi in un'intervista alla Radio Vaticana -, e penso a tutta la Chiesa in Italia, questo grande messaggio: credere significa amare, e amare i membri più poveri del corpo di Cristo, le membra più umiliate, più offese, più calpestate nella loro dignità". Il vescovo di Rimini ricorda anche che "don Oreste è stato e si è sempre sentito figlio di questa diocesi, sempre prete diocesano, e aveva un rapporto con il vescovo nutrito di grande affetto, di grande rispetto.". "Quando mi vedeva - rievoca -, in questi appena 45 giorni dall'inizio del mio ministero come vescovo diocesano, faceva spontaneamente il gesto che facevano i preti anziani di una volta quando vedevano il vescovo: addirittura si inginocchiava. Ero io - conclude - che lo dovevo rialzare, e non era un gesto formale".