Domenica 27 Settembre15:21:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Disabile stuprata: quattro indiani restano in carcere

Cronaca Rimini | 17:33 - 19 Luglio 2008 Disabile stuprata: quattro indiani restano in carcere

Restano in carcere i quattro indiani di etnia sikh, fra i 28 e i 40 anni, in regola con il permesso di soggiorno e con un lavoro regolare nell'edilizia, fermati l'altro ieri dal Pm Valter Giovannini e dai carabinieri di Bologna con l'accusa di violenza sessuale di gruppo, compiuta ai danni di una disabile psichica, di 43 anni, a Ponte Ronca di Zola Predosa (Bologna). Il Gip Milena Zavatti non ha convalidato i fermi, perché non ha ritenuto esserci il concreto pericolo di fuga, ma ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere per tutti e quattro. "Si tratta di un primo importante riconoscimento della serietà del lavoro svolto dalla Procura e dai carabinieri - ha commentato il Pm Giovannini - in occasione di un fatto odioso e gravissimo". La donna, residente nella provincia di Rimini, era stata avvicinata martedì da due dei quattro arrestati a Riccione (Rimini). Facendo leva sulle sue condizioni, l'avevano convinta ad avere rapporti sessuali con loro. Il giorno successivo l' avevano invitata a prendere un treno per Bologna, volevano infatti 'condividerla' con due amici. Dalla stazione erano andati in una casa di Ponte Ronca, paese non lontano dal capoluogo emiliano, dove erano cominciate le violenze. I quattro l'avevano fatta bere alcolici e poi violentata a turno, nonostante la donna avesse cominciato a dire di non essere più consenziente e ad opporre resistenza. Uscita dalla casa dei suoi aguzzini, aveva incontrato una pattuglia dei carabinieri della stazione del paese e, in lacrime, aveva raccontato tutto ai militari.