Sabato 20 Aprile23:25:19
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dieci chiusure per mancata emissione scontrino

Cronaca Emilia Romagna | 16:47 - 30 Ottobre 2007 Dieci chiusure per mancata emissione scontrino

In Emilia-Romagna sono state disposte dalla Agenzia delle Entrate dieci sospensioni dell'attività ad altrettanti esercizi commerciali per mancata emissione di scontrino. Nella provincia di Bologna, hanno dovuto chiudere i battenti un pastificio del capoluogo, un locale da ballo di Sala Bolognese, un ristorante di Calderara di Reno, un negozio di ricambi per auto di Bentivoglio, un ambulante di Minerbio; a Modena, un ristorante, una gelateria e un ambulante di abbigliamento; in Romagna, un ristorante di Ravenna e una gelateria di Rimini. I provvedimenti sono stati disposti dal direttore regionale dopo segnalazioni della Guardia di Finanza e degli Uffici dell'Agenzia, fatte tra il 17 e il 26 ottobre. I negozi devono restare chiusi per tre giorni, ad eccezione del pastificio di Bologna, per il quale la 'serrata' durerà una settimana giorni (sono state constatate ben undici distinte violazioni), e del locale di Sala Bolognese e dell'autoricambi di Bentivoglio (qui serrande abbassate per quattro giorni). Sono 52 gli esercizi commerciali chiusi grazie alla nuova disciplina, contenuta nel decreto collegato alla Finanziaria, e in vigore dal 29 novembre 2006. Secondo un'indagine della Agenzia delle Entrate sugli esercizi controllati in regione, c'é un aumento medio del 5% degli incassi registrati nelle due settimane successive alla 'serrata' rispetto a quelli conseguiti nei quindici giorni precedenti. Non solo: rispetto allo stesso periodo del 2006, i ricavi sono cresciuti del 190%