Venerdė 05 Marzo11:49:08
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dalla Regione 24 milioni per il turismo

Turismo Emilia Romagna | 11:54 - 18 Febbraio 2008 Dalla Regione 24 milioni per il turismo

Bologna, 15 febbraio 2008 - In crescita le risorse per il turismo: quest'anno la Regione Emilia-Romagna ha messo in campo il 15% in più (24 milioni di euro) rispetto al 2007 per la promozione, la commercializzazione e la riqualificazione delle strutture, puntando sull'offerta dei parchi tematici e, oltreconfine, sui mercati russo e tedesco.
Dello stanziamento complessivo, 17,5 milioni (il 73%) sono destinati al rifinanziamento della legge regionale 7 sulla promo-commercializzazione: 7,3 milioni all'Apt, 2,95 alle quattro Unioni di prodotto, 2,6 ai privati per piani di commercializzazione, 4 milioni alle Province per i Programmi turistici di promozione locale.
Ammonta a 4 milioni di euro la spesa per il rifinanziamento della legge regionale 40 sulla riqualificazione delle strutture ricettive e dei servizi, mentre il resto delle risorse è assorbito da progetti speciali e dal Consorzio fidi.
I prossimi non saranno mesi facili per il settore che genera ogni anno un giro d'affari diretto di 12,5 miliardi di euro: le previsioni - dell'Osservatorio regionale sul turismo Trendmark Italia - per il 2008 parlano di contrazione della domanda interna (che rappresenta l'80% del mercato turistico regionale), seppur controbilanciata dai segnali di espansione che arrivano da Russia, Repubblica Ceca e Polonia.
Ma una politica turistica efficace passa necessariamente da aeroporti e internazionalizzazione: a partire da "azioni di promozione (in co-markering con le società di incoming) in aree come quelle di Berlino e Francoforte, collegate con gli scali di Rimini e Forlì" ha spiegato alla stampa il presidente dell'Azienda regionale di promozione turistica Massimo Gottifredi.
La passata stagione ha visto un incremento delle presenze sulla costa (+ 1,8%) e nelle città d'arte (+ 2,8%): nel primo caso sono stati sfiorati i 45 milioni grazie soprattutto agli stranieri - con + 3,1% arrivi e + 2,1% presenze contro il 2,8 e l'1,5 degli italiani - mentre in città si è toccata quota 50 milioni.
Grandi numeri che assorbono quasi il 91% del movimento turistico regionale e producono oltre il 90% del giro d'affari totale.

< Articolo precedente Articolo successivo >