Martedý 01 Dicembre21:31:46
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Dal 4 aprile nelle sale "Non pensarci" di Gianni Zanasi

ASCOLTA L'AUDIO
Spettacoli Rimini | 09:31 - 04 Aprile 2008 Dal 4 aprile nelle sale

Valerio Mastrandrea è Stefano, un chitarista di 35 anni. Il nostro eroe si trova in una stasi creativa ed esistenziale che lo costringe a tornare a casa (Rimini) dove fratello, sorella, padre e madre sono più esauriti di lui.. La situazione familiare che ritrova al suo ritorno non è delle migliori: il padre (Teco Celio) reduce da un infarto; la madre (Gisella Burinato) depressa che si dedica alle pratiche sciamaniche; il fratello (Giuseppe Battiston), in crisi matrimoniale, che si trova costretto a prendere in mano le redini dell'azienda di famiglia, sull'orlo del fallimento; infine la sorella (Anita Caprioli) che lascia gli studi per lavorare al delfinario. Sarà proprio Stefano, il più incapace della famiglia, che dovrà cercare di rimettere le cose a posto.

Ritorno alla regia dopo un silenzio durato otto anni per Gianni Zanasi, autore molto spesso trascurato da critica e pubblico, ma che ha sempre saputo descrivere con delicatezza e poesia il mondo giovanile. In questo suo nuovo lavoro, che è stato molto apprezzato all'ultimo festival di Venezia, aggiudicandosi il premio Pasinetti, sembra confermare queste qualità, fornendo un ritratto familiare a tutto tondo, che non si discosta da quello che si vede nella realtà.

Sentiamo il regista modenese al microfono di Chiara Vannoni

ASCOLTA L'AUDIO