Giovedì 05 Agosto10:58:38
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Da Marche NO Valmarecchia a Romagna: lega, atto gravissimo

Rimini | 19:45 - 25 Febbraio 2008 Da Marche NO Valmarecchia a Romagna: lega, atto gravissimo

"Come si può biasimare chi ha rigurgiti di antipolitica quando una decisione democratica come quella dei sette Comuni della Val Marecchia viene calpestata dalla decisione della giunta regionale della Marche che se ne frega altamente della sovranità popolare?". Lo afferma il segretario della Lega Nord di Rimini, Dante Stambazzi, commentando il no della giunta regionale delle Marche al passaggio di sette Comuni della Valmarecchia dalle Marche all'Emilia Romagna, a favore del quale si erano espresse le popolazioni locali con un referendum consultivo svoltosi il 17 dicembre del 2006. "Agli amici della Val Marecchia - continua l'esponente leghista - voglio tuttavia lanciare un messaggio rassicurante anche in un momento così funesto: a breve al governo ci sarà una forza politica che ha fatto del principio di autodeterminazione dei popoli una propria bandiera. Uno dei primi provvedimenti che la Lega Nord porterà all'esame del Governo sarà proprio la legge per il passaggio dei sette comuni referendari dalle Marche alla Romagna, con buona pace di chi, pur richiamandosi ad un fantomatico 'partito democratico' ha molto del primo e nulla del secondo".

< Articolo precedente Articolo successivo >