Martedì 07 Dicembre14:47:09
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Crisi: San Marino potenzia assegni familiari

Repubblica San Marino | 20:38 - 16 Febbraio 2009 Crisi: San Marino potenzia assegni familiari

Il Governo di San Marino corre ai ripari contro la crisi, potenziando gli assegni per le famiglie più in difficoltà, mentre sono al vaglio di associazioni sindacali e di categoria i nuovi ammortizzatori sociali, che prevedono la partecipazione attiva tanto dei lavoratori quanto delle imprese. Già nel prossimo Consiglio Grande e Generale (ultima settimana di febbraio), il Segretario di Stato per la Sanità, Claudio Podeschi, porterà in prima lettura all'attenzione del Parlamento sammarinese un progetto di legge sugli assegni familiari e integrativi. Nello specifico gli assegni familiari saliranno in modo generalizzato del 5% e verranno distribuiti anche alle donne lavoratrici in aspettativa per il post parto; gli assegni integrativi, invece, verranno definiti in base a tre fasce di reddito, assicurando sgravi dal 60% fino al 100%, sul pagamento della rata dei mutui, sull'affitto, sull'assistenza a persone disabili, sui bambini che frequentano gli asili nido privati convenzionati. Quindi se prima veniva restituito il 50%, ora la percentuale cresce a livello generalizzato di dieci punti, ma ulteriori agevolazioni sono previste per chi ha figli che vanno al liceo o all'università: la copertura in questo caso arriva al 70% e per chi è monogenitore sale al 100%. Sul fronte degli ammortizzatori sociali gli interventi pensati dal Congresso di Stato puntano all'introduzione di nuove indennità per le fasce più a rischio, giovani, donne, ultracinquantenni e disabili. Tra le intenzioni del Governo figura anche l'estensione al settore 'Servizi' della Cassa integrazione e guadagni per crisi aziendali.

< Articolo precedente Articolo successivo >