Domenica 20 Settembre16:32:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Confartigianato: in ER difficile trovare personale

Emilia Romagna | 15:02 - 15 Maggio 2008 Confartigianato: in ER difficile trovare personale

Mancano parrucchieri, idraulici, falegnami, sarti e fornai. Solo nel 2007, il fabbisogno occupazionale delle aziende era di 162.550 persone. A dirlo è Confartigianato, secondo cui a soffrire di più è il Nord Est: in testa alla classifica delle regioni in cui gli artigiani faticano a reperire personale c'é il Friuli Venezia Giulia, seconda posizione per l'Emilia-Romagna, seguita da Umbria, Veneto e Marche. L'Emilia-Romagna vanta anche un altro record negativo: la provincia italiana in cui mancano più figure professionali è Ravenna (mancano il 62,3% delle posizioni aperte), terza Ferrara (60,8%), 11/a Modena (57,6%), 12/a Rimini (57,3%). L'indagine (curata dall'ufficio studi di Confartigianato) ha messo in luce che ai primi posti per il numero più elevato di professionalità richieste e non disponibili ci sono parrucchieri ed estetisti: ne servirebbero 7.970, ne mancano all'appello 4.718. Seguono a breve distanza gli idraulici: le aziende ne cercano 7.710, ma non se ne trovano 4.025. Ma i più difficili da reperire sono gli addetti alla robotica: è arduo reclutarne 1.043 a fronte di un fabbisogno complessivo di 1.400. Stessa sorte per i falegnami: le imprese dovranno rinunciare ad assumerne 2.679 su un fabbisogno totale di 3.670. Problemi per realizzare oltre la metà delle assunzioni previste dalle imprese anche per quanto riguarda i carpentieri (ne servono 2.890), i meccanici e gli autoriparatori (il fabbisogno delle imprese è di 2.800 addetti), sarti, modellisti e cappellai (potrebbero trovare lavoro 2.460 persone), fornai e pastai (2.310 gli addetti necessari).