Lunedý 30 Novembre14:56:47
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Comune Riccione dispone bonifica ex fabbrica Tucker

Ambiente Riccione | 19:33 - 24 Aprile 2008 Comune Riccione dispone bonifica ex fabbrica Tucker

Il Comune di Riccione ha dovuto provvedere alla bonifica della fabbrica prima occupata dalla Tucker, l'azienda fallita già produttrice dell'omonimo tubo, finita sotto inchiesta per truffa e il cui processo è ancora in corso. L'intervento di bonifica, consistente nell'eliminazione dei ristagni d'acqua e del taglio della vegetazione spontanea, nell'area di via del Commercio di proprietà della società Home Sweet Home srl, è durato due giorni. Le autobotti della ditta incaricata dal Comune hanno lavorato a pieno ritmo per aspirare circa 200.000 metri cubi di acqua (di natura sorgiva e piovana) che si erano depositati nello scantinato della fabbrica. Per entrare nello stabile, ancora sotto sequestro, il Comune é stato assistito nelle operazioni dalla Guardia di Finanza, dietro rilascio dell'autorizzazione del giudice che cura il sequestro. All'intervento ha collaborato anche il personale di Geat Spa. "Grazie alla bonifica - spiega l'Assessore all' Ambiente, Mario Galasso - sono stati eliminati anche diversi focolai di zanzare che da tempo ristagnavano nel deposito di acqua. Abbiamo bonificato l'area, falciato l'erba, potato le piante e disinfestato l'area internamente ed esternamente. Cercheremo di monitorare l'area anche nei prossimi mesi per prevenire situazioni di pericolo". Le spese dell'intervento sono state sostenute dal Comune di Riccione, che ne richiederà rimborso al curatore fallimentare della ditta.