Sabato 05 Dicembre23:29:36
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Chikungunya: parte campagna informazione

Sanità Emilia Romagna | 15:51 - 18 Aprile 2008

Parte la campagna di informazione della regione contro la zanzara che raggiungerà tutte le famiglie dell'Emilia-Romagna mentre dall'1 aprile è operativo il piano di prevenzione sanitaria con gli interventi di disinfestazione messi in atto dai comuni per uccidere zanzare e larve di questo insetto che l'anno scorso è stato all'origine della prima vera epidemia di Chikungunya in un paese non tropicale, con 217 casi accertati e 30 probabili in quattro province, Rimini, Forlì, Ravenna, Bologna. A partire da lunedi 21 aprile, come hanno spiegato l'assessore regionale alla sanità Giovanni Bissoni e il direttore dell'agenzia regionale di informazione Roberto Franchini, verranno spediti ad altrettante famiglie 1,85 mln di depliant con le raccomandazioni a cui attenersi (evitare ristagni di acqua, partecipare attivamente alla campagna, usare prodotti larvicidi e cercare di non farsi pungere dalla zanzara, informarsi), 350 mila saranno inviati ad asl, amministratori di condominio, associazioni di categoria e volontariato. Centomila sono pronti per gli stranieri in sette lingue, 160 mila alle agenzie di viaggio per informare i viaggiatori sui rischi delle malattie virali trasmessi dalle zanzare (in Brasile è in corso una epidemia di dengue che ha gia contagiato 30 mila persone). Inoltre la campagna - ha spiegato ancora Franchini - prevede un numero massiccio di videospot con la presenza dell'entomologo Giorgio Celli, radiocomunicati, oltre a manifesti e locandine, un sito Internet, annunci sui principali quotidiani e le informazioni che saranno fornite dal numero verde 800.033.033. Un sforzo massiccio mai realizzato finora in una campagna di comunicazione - ha sottolineato Franchini - che non vuole creare allarme, ma "neanche sottovalutaré un fenomeno che l'anno scorso ha generato molta preoccupazione. Sia Franchini che l'assessore Bissoni, ma anche gli altri partner in rappresentanza di Anci e comuni hanno insistito su un punto. L'operazione di disinfestazione degli spazi pubblici potrà funzionare e sarà così "più efficace se camminerà sulle gambe dei cittadini", che dovranno provvedere alla 'bonifica' degli spazi privati come spiegano le raccomandazioni della campagna. La regione ha già stanziato 1,1 mln di euro per il potenziamento del centro regionale di diagnosi (Unità operativa di microbiologia del S.Orsola che verrà inaugurato il 5 maggio), per il sistema di sorveglianza e per la campagna informativa ma altre risorse - ha precisato Bissoni - verranno messe in campo successivamente per sostenere i comuni nell'attività di disinfestazione e di comunicazione porta a porta ai cittadini soprattutto nelle zone dove l'anno scorso furono veriticati casi di chikungunya (Romagna e Bologna).