Marted́ 01 Dicembre05:41:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Caso Samanta Moretti: condannato Biagini a 3 anni

Cronaca Rimini | 22:19 - 29 Aprile 2008 Caso Samanta Moretti: condannato Biagini a 3 anni

A quasi sette anni dall' investimento e uccisione di Samanta Moretti, il Tribunale di Rimini ha condannato in primo grado Davide Biagini, 37 anni di Villa Verucchio, imputato per questa morte, a 3 anni di reclusione: 2 anni e 6 mesi per omicidio colposo e altri 6 mesi per omissione di soccorso. Come pena accessoria, Biagini si è visto comminare 9 mesi di sospensione della patente: 3 mesi per omicidio colposo e 6 mesi per omissione di soccorso. Inoltre il Tribunale ha assegnato alla famiglia della vittima un risarcimento provvisionale di 200.000 euro al padre della ragazza, altri 200.000 alla madre e 50.000 al fratello. Una sentenza inferiore alle richieste dell'accusa: il Pm avrebbe ritenuto più appropriata una condanna a 5 anni e 6 mesi, come aveva chiesto nella sua arringa. Ma d'altro canto è stata sconfitta la tesi della difesa di Biagini: l'avvocato, Piero Venturi, ne aveva chiesto l'assoluzione per mancanza di prove. Per i giudici invece non solo Biagini era sul luogo dell' incidente la notte dell'11 novembre 2001, quando la ventiduenne Samanta Moretti uscì dalla discoteca Mosquito e fu travolta da un'auto in corsa, ma era lui il pirata che l'investì e uccise, fuggendo ed evitando di soccorrere la sua vittima. Le prove sono venute non solo dalla testimonianza dell'ex fidanzata di Biagini, che chiarì chi fosse alla guida della Y10 che investì Samanta; ma anche dalle riparazioni all'auto che l'imputato fece effettuare all'insaputa della fidanzata e dallo specchietto recuperato sul luogo dell'impatto per nascondere un elemento che poteva inchiodarlo.