Luned́ 06 Dicembre02:57:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio: Rimini impegnato domani a Modena

Sport Rimini | 11:20 - 09 Febbraio 2009 Calcio: Rimini impegnato domani a Modena

Domani sera il Rimini torna in campo per recuperare la gara di Modena, sospesa per nebbia lo scorso 30 gennaio. Gli uomini di Selighini andranno alla ricerca della quinta vittoria consecutiva in trasferta per riscattare il pareggio di Treviso. I trevigiani hanno destato grande impressione al Neri. Il tecnico Gotti, ingiustamente messo sulla graticola dai suoi dirigenti, ha impostato alla perfezione la partita: difesa a quattro bloccata, Gissi davanti alla difesa come marcatore a uomo su Ricchiuti, Pedrelli nel ruolo di guastatore dietro le linee e due punte che hanno sempre cercato il fraseggio senza mai intestardirsi nell'azione personale. Il Treviso è sceso al Neri senza la difesa titolare, senza mezzo centrocampo, per un totale di 11 infortunati e 2 squalificati. Il Rimini ha probabilmente preso sotto gamba l'avversario e in più è stato colpito a freddo dal sinistro di Pedrelli. La partita si è incanalata in binari favorevoli per gli ospiti, che hanno poi trovato il raddoppio grazie al camerunense Fonjock, ennesimo prodotto del vivaio, rientrato a Treviso dopo 2 anni di prestito alla Spal. I biancorossi hanno sofferto l'assenza di una punta di peso, che potesse capitalizzare i cross dal settore mancino di Regonesi.

La chiave di volta della partita erano comunque le fasce e Selighini ha subito intuito questo, proponendo il vivace Catacchini sulla destra in luogo di Vitiello e rilanciando poi La Camera. Complice anche la stanchezza fra le fila degli ospiti, la maggior parte dei giocatori non aveva 90 minuti nelle gambe, il Rimini è riuscito ad assicurarsi il predominio e con una spinta costante alla fine è riuscito a conquistare il pareggio. La fortuna che aveva tolto qualcosa al Rimini nella prima parte di gara, tralasciando il netto fallo di mano in area di Gissi non sanzionato dall'arbitro Ciampi, ha restituito il conto ai biancorossi grazie alla deviazione di petto di Mezzano che ha inchiodato Guardalben sul colpo di testa di Ricchiuti. Nella settimana in cui ha giurato amore eterno ai colori biancorossi, non poteva che essere "Chico" a mettere lo zampino nella rimonta. "Adrian resta e basta", "Orgogliosi del nostro capitano" recitavano due striscioni. Toccherà proprio a Ricchiuti prendersi sulle spalle il peso offensivo della squadra, considerata l'inesperienza del giovane Paponi e considerato che Matteini è più una mezzala che una punta: buoni movimenti, ma qualche esitazione di troppo nella battuta a rete, anche se la prima da titolare dell'ex di Parma ed Empoli è stata sicuramente positiva.

Riccardo Giannini

Foto Bove

< Articolo precedente Articolo successivo >