Giovedý 29 Luglio09:09:44
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio: Parma-Rimini, il commento avversario

ASCOLTA L'AUDIO
Sport Rimini | 17:06 - 28 Agosto 2008 Calcio: Parma-Rimini, il commento avversario

L'incontro d'esordio del campionato di serie B 2008-'09 Parma- Rimini, visto dalla squadra avversaria.

Il commento pre-partita dalla voce di Enrico Boni di Radio Bruno Parma , in audio intervistato da Chiara Vannoni.

Sono passati 19 anni dall'ultima avventura del Parma in serie B. Era la stagione 1989/90 e il gruppo diretto da Nevio Scala conquistò una promozione storica per il calcio ducale. L'impresa deve ripeterla Luigi Cagni. Deve perché l'obiettivo promozione è l'unico che può soddisfare una società che ha investito, e non poco, per questo traguardo; prima di tutto confermando la stella Cristiano Lucarelli ma anche inserendo in rosa giocatori del calibro di Leon, Alessandro Lucarelli e il baby-bomber Paloschi, scuola Milan. Il modulo sarà il 4-4-2, con Reginaldo e Pisanu a spingere sulle fasce e, al centro, il fosforo di Budel e la forza di Morrone o Mariga. Davanti a loro un esercito di attaccanti con, oltre al solito Lucarelli, Kutuzov e Paponi. Ed il mercato del Parma non è ancora finito: si cercano un terzino, il sogno si chiama Ferri del Cagliari, ed un centrocampista. Cagni, praticamente, avrà a disposizione due titolari per ruolo, un lusso che pochi allenatori di B possono permettersi. Una spesa per le casse della società diretta da Tommaso Ghirardi sopportabili quest'anno solo se in prospettiva serie A. "La pressione si fa sentire - spiega Gigi Cagni - Ma non è un problema: quando in passato ho giocato per la promozione sono stato sempre meglio di quando scendevo in campo per non retrocedere. Pressioni come quelle che viviamo qui a Parma fanno solo piacere". Intanto i tifosi hanno risposto con oltre 7.000 abbonamenti, quasi un record se si pensa che, negli ultimi anni di A, il numero di tessere non raggiungeva quota 10.000. Parma, insomma, vive la stagione che sta per iniziare come un momento di transizione verso il ritorno 'alla normalita''.

ASCOLTA L'AUDIO
< Articolo precedente Articolo successivo >