Lunedý 29 Novembre02:59:55
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio: le pagelle del mercato di serie B

Sport Nazionale | 10:56 - 04 Febbraio 2009

Albinoleffe 6: ceduto Peluso all'Atalanta, ma l'ex rivelazione della passata stagione era già stato rimpiazzato nell'undici titolare. Attacco corroborato dal colored Cissè, subito a segno all'esordio. L'imperativo diventa però recuperare Cellini.

Ancona 5.5: Guadalupi, trequartista tascabile frenato dagli infortuni, torna al Siena, ma la società smembra la produttiva coppia Mastronunzio-Nassi. Colacone e il giovane Eusepi non danno grandi garanzie, Monaco tornerà al 4-4-1-1 ?

Ascoli 5.5: la situazione finanziaria non concedeva chissà quali acquisti, la cessione di Guberti in fondo era già stata assorbita con la conferma di Sommese e l'avanzamento di Pesce, Bucchi alla fine è rimasto, ma manca un portiere da alternare a Guarna. La salvezza resta una montagna da scalare per Franco Colomba.

Avellino 6: via Pellicori, dentro Sforzini. L'ex ravennate Cosenza è un buon puntello per la fascia sinistra, considerato il rendimento altalenante di Ghomsi. La salvezza dipenderà sopratutto dagli estri di De Zerbi. Molte cessioni, ma a parte Pellicori, niente di rilevante.

Bari 8: bastano per il voto di eccellenza i due colpacci Lanzafame e Guberti, i due nuovi esterni di centrocampo. Conte dispone di una corazzata. Kutuzov è un buon puntello per l'attacco, purchè sia impegnato nel ruolo giusto, qualche remora su Edusei, in pessime condizioni fisiche.

Brescia 6.5: via la stella Savio, squalificato Possanzini, la società ha inseguito Ricchiuti, sono arrivati due attaccanti: Nassi, in gran spolvero ad Ancona, e Okaka. Sonetti per il suo 4-4-2 dovrà soprattutto recuperare al meglio Dallamano e Zambelli. Tognozzi è un puntello per il centrocampo, la rosa troppo abbondante in alcuni ruoli.

Cittadella 5.5: due nuovi attaccanti, il giovane Gerardi dalla Salernitana, scambiato con Ganci, e l'esperto Carparelli dal Grosseto. Foscarini ha fatto fuori Zotti, basterà Pierobon fino a giugno ? La rosa pare ancora incompleta per poter raggiungere la salvezza. A meno che il giovane Di Matteo del Palermo, strappato al Pisa, faccia il boom.

Empoli 7: il giovane Saponara dal Ravenna per le giovanili, un regista che in B fa la differenza, Carrus, un nuovo terzino sinistro, Sabato, che Baldini ha allenato a Catania nella passata stagione. Il tecnico aveva già una corazzata per le mani: se fallisce, non avrà più credito.

Frosinone 7: il colpaccio è stata la conferma, almeno fino a giugno, di Dedic ed Eder. Cavalli ha dato segnali di risveglio, Braglia dispone dunque di un attacco di valore. Maletta è un ottimo elemento per una difesa a tre. Problema principale sono stati gli infortuni, che hanno decimato l'organico ciociaro nella prima parte di stagione.

Grosseto 6.5: Polito dà maggiori garanzie di Acerbis fra i pali, Bonanni se recuperato un puntello prezioso per la fascia sinistra, Pellicori è andato subito a segno all'esordio. Qualche dubbio rimane sulla difesa e sull'atteggiamento del patron Camilli, non sempre collaborativo nei confronti del bravo mister Gustinetti.

Livorno 6.5: grande curiosità per il bomber sudamericano Cellerino, soffiato alla concorrenza della Lazio. L'attacco del Livorno è comunque in buona salute, come attesta la partita di Mantova. Sfoltita la rosa dagli oggetti misteriosi Laurito e Diniz.

Mantova 5: in entrata il solo D'Aversa, in luogo del mai convincente Passoni. I nomi altisonanti ci sono, sarebbero servite un po' di forze fresche. Godeas rimane, ma demotivato. Costacurta contestato dai tifosi: fin qui poche soddisfazioni per l'ex giocatore del Milan.

Modena 6: considerata la situazione societaria, un colpaccio aver trattenuto Pinardi, Biabany e Bruno. La dirigenza continua a fare mercato a costo zero: dopo Daino e Amerini, continua l'operazione nostalgia con Giampà. L'impressione è che l'organico potrebbe comunque essere sufficiente per raggiungere la salvezza.

Parma 7: bisognerà vedere se all'opulenza sul mercato corrisponderà reale profitto in campo. Tanti, troppi galli nel pollaio per Guidolin. Difficile anche far coesistere Lucarelli e Vantaggiato. Al campo l'ardua sentenza.

Piacenza 6: gli infortuni hanno dato problemi a Pioli, Volpato è un centravanti più abile a far sponde che a segnare, non è da escludersi che Moscardelli possa giovarsene. Passoni a centrocampo porta esperienza. L'impressione è che Pioli debba rivedere qualcosa sul piano tattico.

Pisa 5.5: Ventura scommette sul pupillo Leandro Greco e sul ritorno di D'Anna, l'esordio di Bonucci, prelevato dal Treviso, al centro della difesa nella gara contro il Sassuolo è stato positivo, l'impressione è che ci si poteva aspettare qualcosa di più, oltre ovviamente alla cessione di qualche giocatore che non ha reso secondo aspettative.

Rimini 6.5: rilanciare Pagano, sostituire Vantaggiato attraverso la cooperativa del goal. Matteini sotto il profilo tattico è perfetto per Selighini, se riuscisse a segnare con continuità i biancorossi potrebbero anche puntare ai playoff. Manca un centrocampista centrale: Selighini dovrà studiare qualcosa.

Salernitana 7: gli acquisti sono eccelsi sulla carta, il portiere Berni, Coppola, Ciaramitaro e Iunco, non convice però la gestione societaria, con il ritorno di Castori. In difesa manca ancora qualcosa e Di Napoli può diventare un problema nel 4-3-3.

Sassuolo 7: ottimo acquisto Daniele Martinelli, sottratto alla concorrenza del Livorno. L'organico, soprattutto se verranno recuperati gli infortunati, è sufficiente per conquistare la promozione.

Treviso 6: Ercolano del Perugia è un valido sostituto di Gigi Beghetto, il giovane Zigoni può essere il cracque, a centrocampo bisognerà recuperare al meglio Quadrini e Guigou, in virtù dell'infortunio di Scaglia, a meno che Cafasso, uno dei due nuovi argentini, si ambienti rapidamente.

Triestina 6.5: ceduto Piangerelli al Cesena, arriva Pani dal Cagliari, giocatore che può sostituire capitan Allegretti. Importante aver trattenuto Granoce, da verificare sul campo il rendimento dell'austriaco Stankovic.

Vicenza 7: arriva un'alternativa più difensiva sulla fascia destra a Raimondi, Innocenti, Forestieri e Maaroufi sono due giovani di grande prospettiva, anche se alla fine il colpaccio maggiore è stata la conferma di Sgrigna.

Riccardo Giannini

< Articolo precedente Articolo successivo >