Mercoledý 04 Agosto17:52:18
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio: il pagellone di Rimini Frosinone

Sport Rimini | 10:01 - 02 Marzo 2008 Calcio: il pagellone di Rimini Frosinone

Rimini

Consigli 6: incolpevole sul gol, sorpreso dal tiro cross di Lodi direttamente dalla bandierina che si stampa sulla traversa, attento nel neutralizzare in tuffo un velenoso sinistro di Cariello.

Vitiello 6: Evacuo è un cliente piuttosto difficile, non può certo concedersi voli pindarici, non molto da imputargli sul piano difensivo.

Porchia 6.5: la mossa vincente di Acori. Sfrutta il vento calante ed infila l’incrocio con una pennellata sontuosa su punizione, regalando ai suoi un pareggio ormai insperato.

Peccarisi 6.5: sempre sicuro, dalle sue parti non si ci sono crepe. L’affidabilità in persona.

Milone 6: determinante quando stoppa in tackle in piena area Eder, liberatosi dopo un pregevole scambio con Lodi, ma in difficoltà in fase di disimpegno e di impostazione del gioco. Titubante.

Regonesi 6.5: quando nella seconda parte di gara non c’è più Lodi da controllare, prende coraggio e sventaglia cross. Uno, di destro, sprecato da Greco, grida ancora vendetta.

Pagano 5.5: nel primo tempo cerca spesso il cambio di gioco sull’altro versante, con risultati scarsamente apprezzabili. Nella ripresa cerca maggiormente lo scatto sulla fascia di sua competenza. Sicignano è attento ad anticiparlo in uscita bassa.

Paraschiv 5: è il primo riminese a sfiorare il gol, con un bel destro a fin di palo. Non lascia però altre tracce sulla partita. Poco dinamico e soprattutto deficitario in fase di costruzione del gioco.

Lunardini 5.5: meglio di Paraschiv, ma anche per il centrocampista riminese non è giornata di gloria.

Vantaggiato 5.5: schierato esterno sinistro, si accentra spesso nella prima frazione cercando il destro vincente da fuori area. Più vivace di Greco, ma nella ripresa spreca una buona occasione; non taglia sul primo palo su cross di Regonesi, ciò nonostante riesce a controllare in qualche modo il pallone, ma davanti a Sicignano strozza il tiro vincente di sinistro.

Ricchiuti 6: non sarà stato in giornata di grazia, ma gli basta qualche percussione per terrorizzare la difesa avversaria; si guadagna un possibile rigore per mani di Perra e la punizione del pareggio. Nella ripresa troppo defilato sulla fascia per poter rendere al massimo.

Greco 5: parte in quarta, cercando l’affondo nella difesa gialloblu, ma presto la sua azione perde efficacia, nella ripresa arretra di qualche metro, ma i risultati non cambiano. In più, spreca una colossale palla gol di testa.

Cristiano 5.5: prova a dare ordine al centrocampo. Fatica però ad entrare in partita.

Frosinone

Sicignano 6: nessun intervento di rilievo fra i pali, attento in uscita, specie nel primo tempo quando con i pugni disinnesca un insidioso cross di Pagano che scende pericolosamente causa vento.

Perra 6: il jolly del Frosinone, già l’anno scorso impiegato anche nel ruolo di terzino destro, tampona con efficacia nel primo tempo, ma nel finale cala fisicamente, lasciando spazio a Regonesi. Normale, non giocava da molto tempo.

Cannarsa 6.5: altro desaparecidos rispolverato nell’emergenza, gioca una partita più che discreta. Buon senso della posizione, qualche affanno in avvio, ma poi prende le misure agli attaccanti riminesi.

S.Bocchetti 6: centrale senza fronzoli, appena un pallone gli capita a tiro, lo spazza il più lontano possibile. Con tanti saluti ai trascorsi da pendolino sulla fascia sinistra.

A.Bocchetti 6: encomiabile per l’impegno, corre su e giù per la fascia, cercando la miglior intesa con Evacuo. Quando viene puntato però da Pagano, soffre terribilmente, confermando i suoi limiti difensivi.

Lodi 6.5: sui calci piazzati è sempre implacabile. Si accentra poco, cercando spesso il lancio di Eder per lo scatto in profondità del brasiliano. Nella ripresa cerca spesso il tiro da distanza siderale, tentativi però velleitari. Chiude giocando centrocampista centrale: sacrificio necessario dopo l’espulsione di Pecchia.

Pecchia 5.5: costretto a fare da metronomo ed interdittore, con il fiato corto dopo l’infortunio, fa correre la palla e i compagni con esperienza; due gialli sacrosanti lo costringono ad abbandonare la recita.

Cariello 6.5: gioca centrale, ma si sente comunque sulla fascia, corre su e giù, lanciando lungo di sinistro. Da centrale, doveva fare altro, ma non sono compiti che generalmente svolge. Grande duetto con Lodi in occasione del gol del vantaggio.

Evacuo 6: il miglior attaccante del Frosinone è costretto a giocare all’ala sinistra. Si adatta con spirito di sacrificio.

Eder 5.5: buona tecnica, ma poca sostanza. Un unico tiro diretto verso la porta di Consigli, parato senza difficoltà dal portiere riminese.

Margiotta 6.5: Nei movimenti fa valere la lunga esperienza, ma gira su ritmi lentissimi e con una certa prevedibilità. In ogni caso coglie l’attimo fuggente e devia di testa alle spalle di Consigli la palla del vantaggio.

Riccardo Giannini

 

 

< Articolo precedente Articolo successivo >