Luned́ 02 Agosto22:01:23
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio: coppa Italia; Palermo - Ravenna 1-2

Sport Nazionale | 23:48 - 23 Agosto 2008

Palermo shock: i rosanero eliminati a sorpresa dalla Coppa Italia da un ordinato Ravenna, che milita in C1. Alla compagine romagnola basta l'uno-due di Succi e un super Rossi per espugnare il Barbera e dare la prima cocente delusione a Maurizio Zamparini, che ha seguito la gara dalla tribuna, dopo il giro di campo prima del fischio d'inizio tra gli applausi dei tifosi sugli spalti. La squadra, invece, è uscita tra i fischi, i primi di una stagione che si apre nel peggiore dei modi. Tra i rosanero si salva Miccoli, sue tutte le conclusioni più importanti. Male invece Cavani anche se è stato lui, col gol nel finale, a illudere i tifosi. Rossi, Succi e Aloe gli 'eroi' della squadra di Atzori, ex rosanero. Davanti ai 12mila spettatori del Barbera, i rosanero partono forte ma un Cavani evanescente, nel ruolo di prima punta, non riesce a finalizzare la mole di gioco prodotta da Miccoli e Liverani, già in evidenza. E' la difesa il reparto che appare più in affanno al cospetto di un Ravenna non irresistibile ma concreto. Gli emiliani passano all'11': Pivotto, altro ex, lancia per Aloe, cross al centro dell'area e tap-in di Succi. Al 27' il Ravenna raddoppia, ancora con Succi, che al volo mette alle spalle di Amelia un cross del solito Aloe. Poi Carrozzieri di testa, su angolo di Miccoli, esalta il portiere Rossi, con Ciuffitelli che spedisce in angolo. I rosanero rientrano negli spogliatoi tra i fischi. La ripresa si apre con il brasiliano De Melo al posto del connazionale Simplicio. Dopo 11' però Carrozzieri esce per un infortunio alla spalla. L'ingresso di De Melo vivacizza il gioco dei rosanero, ma è Miccoli il grande protagonista: in pochi minuti sfiora due volte il gol, con super Rossi che abbassa la saracinesca. Il Ravenna si chiude in difesa, di fronte all'arrembaggio del Palermo. Al 21' Colantuono gioca l'ultima carta, Bresciano al posto di Lanzafame, lasciando in campo Cavani, beccato dal pubblico per i troppi errori. Al 32' Miccoli ha la grande occasione, ma il cucchiaio, con Rossi a terra, finisce sul palo. Dopo cinque minuti, il Palermo accorcia con Cavani. Il Barbera ci crede, i rosanero ci mettono l'anima, ma l'arrembaggio è sterile. Finisce tra i fischi. Palermo-Ravenna 1-2 Palermo (4-3-3): Amelia, Raggi, Bovo, Carrozzieri (11' st Dellafiore), Balzaretti, Simplicio (1' st De Melo), Liverani, Guana, Lanzafame (21 st Bresciano), Cavani, Miccoli. A disposizione in panchina: Fontana, Tedesco, De Melo, Dellafiore, Ciaramitaro, Bresciano, Kjaer. Allenatore: Stefano Colantuono. Ravenna (4-4-2): Rossi, Pivotto, Fasano, Ferrario, Ciuffitelli, Sciaccaluga, Aloe, Pizzolla (21' st Bettega), Succi (30 st Gerbino Polo), Rossetti, Pettinari (40' st Ungaro). A disposizione in panchina: Menegatti, Filipi, Ungaro, Bettega, Cavagna, Zizzari, Gerbino Polo. Allenatore: Gianluca Atzori. Arbitro: Paolo Tagliavento di Terni. Reti: 11 e 27 pt Succi; 37 st Cavani Angoli: 7-1 per il Palermo Recupero: 2' e 6' Ammoniti: Rossetti, Fasano, Ferrario, Miccoli per gioco falloso. Spettatori: 12.000.

< Articolo precedente Articolo successivo >