Martedý 07 Dicembre14:22:57
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Calcio, 2° Divisione: San Marino-Giulianova, un punto a testa

Sport Repubblica San Marino | 12:55 - 19 Gennaio 2009

A conti fatti il pareggio dell’Olimpico contro il Giulianova (0-0) non è certamente un risultato da buttar via, soprattutto per questo San Marino alle prese con mille problemi tra infortunati (Francioso, Sorbera e per ultimo Turchetta), squalificati (Ustulin) e una rosa fin troppo ridotta. Ne è la palese testimonianza una panchina contraddistinta da ben quattro giocatori classe 1992 tutti provenienti dal vivaio biancazzurro. Ma un primo passo fortunatamente è stato fatto. Proprio nel dopo-gara il direttore tecnico Gabriele Lucchi ha ufficializzato l’arrivo a titolo definitivo dal Carpenedolo di Giovanni Amodeo, attaccante dell’’82  con un passato nell’Igea Virtus, Teramo, Massese e Olbia. Un primo tassello che non sarà comunque l’ultimo, anche perché la società sta cercando pure un esterno di centrocampo. Ma torniamo alla partita. Scelte forzate, come detto, per mister Petrone che si affida al 4-2-3-1. In difesa si rivede Audel a fianco di Baldini, mentre a centrocampo D’Andria è spostato nella linea a tre con Grassi a destra e Chiopris Gori a sinistra a supporto di Longobardi unica punta. Dall’altra parte il Giulianova risponde con un 4-4-2, anche se Ogliari rimane più staccato dalla difesa e Improta spesso e volentieri si ritrova davanti con Lisi e Galabinov. E’ un Giulianova che non perde tempo e dopo una manciata di minuti Improta serve Lisi che tenta un pallonetto troppo alto. Improta che si fa vedere ancora con un diagonale dal limite che costringe Scotti all’angolo (16’). La squadra di Bitetto gioca bene, fa girar palla ed è brava a chiudere gli spazi pressando su ogni pallone, mentre dall’altra parte il San Marino fatica e sulla fascia sinistra anche le iniziative di Chiopris Gori non sono così produttive come al solito. E così ci si affida a Longobardi che al 27’, ben servito da Grassi, trova per ben due volte Mancini a sbarrargli la strada per quella che poteva essere l’occasione d’oro. Nel finale di tempo è Improta, ancora lui, a cercare il gol, ma Scotti ci mette i pugni. La ripresa offre qualche emozione in più ad iniziare dall’azione in velocità degli abruzzesi con Galabinov che conclude da due passi con Scotti che risponde “presente” (10’). Bitetto decide quindi di cambiare qualcosa affidandosi al doppio ingresso di D’Antoni e Cichella per Del Grande e Galabinov. La partita si ravviva un po’ e per una quindicina di minuti si risveglia dal torpore pure l’Olimpico. Improta così prova la rovesciata di poco alta (18’), poi gran botta dall’out destro di Grassi che impegna Mancini in angolo (20’). Dalla parte opposta, invece, è Scotti a dire no a D’Antoni dopo la palla filtrante di Mariani. C’è poi tempo anche per il palo su punizione dai 25 metri del folletto Grassi come sempre tra i più intraprendenti che poi si ripete nel finale con un pallonetto a sorprendere Mancini troppo alto. E ritornando, infine, al capitolo giovani c’è da segnalare l’ingresso di Sbrega al posto di De Cristofaro. Per lui solo una manciata di secondi, i primi comunque tra i professionisti e non è poco.

SAN MARINO-GIULIANOVA 0-0

SAN MARINO (4-2-3-1): Scotti; Tafani, Audel, Baldini, Mussoni; Capece, De Cristofaro; Grassi, D’Andria (21’ st Di Benedetto), Chiopris Gori (37’ st Amantini); Longobardi (48’ st Sbrega). A disp. Simoncini, Alegi, Renzi, Colombini, Sbrega. All. Petrone

GIULIANOVA (4-4-2): Mancini; Ogliari, Garaffoni, Vinetot, Sosi; Improta, Del Grande (11’ st D’Antoni), Pucello (33’ st Lieti), Mariani; Lisi, Galabinov (11’ st Cichella). A disp. Buono, Ciminà, D’Urso, Di Bonaventura. All. Bitetto

ARBITRO: D’Agostino di Empoli

NOTE: giornata soleggiata. Terreno in buone condizioni. Ammoniti: Chiopris Gori (SM); Garaffoni, Vinetot (G). Angoli 4-3 per il Giulianova. Spettatori 550 circa.

RECUPERO: pt 0’; st 3’.

l.c.

< Articolo precedente Articolo successivo >