Sabato 17 Aprile06:32:52
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Bimba cinese segregata, chiesti 7 anni per genitori

Cronaca Rimini | 21:06 - 09 Giugno 2010 Bimba cinese segregata, chiesti 7 anni per genitori

Il pubblico ministero Lenardo Berardi ha chiesto al Tribunale di Rimini la condanna a 7 anni di carcere per entrambi i genitori della bambina cinese di cinque anni che era stata segregata in casa dalla coppia. L'accusa nei loro confronti è di sequestro di persona, maltrattamento aggravato su minore, lesioni gravi. La bambina venne trovata chiusa in uno scantinato di un condominio riminese da un operaio che doveva effettuare una riparazione nel dicembre 2008. L'avvocato di parte civile Piero Venturi ha ricostruito in aula la vicenda, sottolineando che la madre della bambina aveva ammesso di averla picchiata con un bastone quando la faceva arrabbiare e di averle procurato ferite guaribili in 80 giorni. La bambina, che oggi ha 7 anni, ha una sorellina nata da pochi mesi, ragion per cui la madre è agli arresti domiciliari, mentre il marito si trova ancora in carcere. Il giudice dovrà anche decidere se far decadere la patria potestà dei genitori e dichiarare la minore adottabile. La stessa piccola, chiamata a testimoniare, aveva chiesto una nuova famiglia. La sentenza dovrebbe essere emessa il prossimo 23 giugno.

< Articolo precedente Articolo successivo >