Lunedý 01 Marzo17:14:39
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Befana solidale a Misano

Spettacoli Misano Adriatico | 16:52 - 04 Gennaio 2011 Befana solidale a Misano
Mercoledì 5 e giovedì 6 gennaio si svolgeranno anche le iniziative organizzate dalle mamme degli studenti misanesi a sostegno di più bisognosi e della Scuola

A conclusione del fitto calendario di manifestazioni ed iniziative ludiche, benefiche e religiose che hanno scandito le festività natalizie dei misanesi, vi è come sempre la festa dell’Epifania che a Misano assume un significato del tutto particolare perché è un momento di ritrovo e di incontro tra tutti i cittadini e soprattutto di grande felicità per tutti i bambini e bambine dagli 0 ai 10 anni di età.
Anche quest’anno a Misano è stata la Befana a scrivere 1370 letterine di invito indirizzate ai piccoli abitanti per invitarli a partecipare alla festa di giovedì 6 gennaio in Piazza della Repubblica che avrà inizio dalle 14.30. La ‘vecchina’ ha dovuto faticare ancor di più dello scorso anno, infatti il numero di bimbi è cresciuto di circa 40 unità.
Per ricevere gratuitamente la calza direttamente dalle mani della Befana i bambini dovranno presentarle il coupon arrivato a casa, dopodiché assieme ai loro genitori potranno intrattenersi sino a sera lasciandosi coinvolgere dalla musica e dall’animazione di saltimbanco e clown.
Mercoledì 5 e giovedì 6 gennaio verranno recuperate le iniziative organizzate dalle mamme degli alunni delle scuole di Misano e patrocinate dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e Scuole dell'Infanzia a favore delle famiglie più bisognose e a sostegno della Scuola, rinviate lo scorso 17 e 19 dicembre a causa delle abbondanti nevicate.
La tombola "Un Natale per tutti" organizzata dal Comitato di gestione delle scuole materne si terrà mercoledì 5 gennaio alle ore 16,30 presso la sala del Centro Del Bianco. Per il secondo anno consecutivo con la tombola solidale si raccoglieranno fondi per l’acquisto di buoni spesa per le famiglie misanesi in difficoltà indicate dall’Ufficio ai Servizi Sociali. Lo scorso anno questa inziativa permise di raccogliere 500 euro e di donare giochi in buono stato a diverse famiglie.
Ogni cartella costa 6 euro e darà il diritto di giocare a tombola con in palio giochi riutilizzati o donati da commercianti (puzzle, peluche, macchinine e tanti altri giochi). Durante il pomeriggio ci sarà anche l’animazione dell’artista Marcello Franca, presentatore della manifestazione. Durante l’intero pomeriggio chiunque vorrà potrà consegnare presso il Centro sociale giocattoli in buono stato che, assieme ai buoni spesa, saranno consegnati dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Ivan Semprini alle famiglie più disagiate.
Giovedì 6 gennaio in piazza Repubblica, oltre alla festa della Befana si terrà anche la prima edizione del ‘Mercatino e pesca’ organizzato dalle mamme dei bambini delle scuole elementari dell’Istituto comprensivo di Misano, in collaborazione con il Consiglio scolastico e col patrocinio dell’Assessorato alla Pubblica istruzione.
Verranno raccolti fondi a sostegno della scuola, tutto il ricavato sarà inserito all’interno di apposite urne sigillate e firmate dal preside dell’istituto comprensivo, il quale una volta in possesso della cifra renderà note le modalità di impiego della donazione.
In tanti hanno contribuito alla raccolta di giochi e libri nuovi e usati a cui hanno partecipato attivamente anche i commercianti di Misano. In totale sono stati raccolti circa 600 pezzi tra questi 150 libri e 450 oggetti per la pesca tutto a 1 euro.
Gli oggetti inerenti il Natale saranno destinati al Mercatino che sarà arricchito da squisiti dolci realizzati e confezionati a mano dalle mamme degli alunni.
Per rendere accessibile a tutti l’acquisto di oggetti natalizi e dolci saranno effettuati prezzi simbolici.
Qualora dovessero rimanere invenduti alcuni oggetti, nel caso dei libri verranno donati alla biblioteca scolastica dell’Istituto comprensivo, mentre tutto il resto verrà dato in beneficenza o donato a Don Marzio per le pesche benefiche che organizza assieme in Parrocchia durante l’anno.
Con questa iniziativa le mamme intendono, senza alcun tono di protesta, far sentire la loro vicinanza al mondo della scuola, in difficoltà a causa dei tagli ai contributi economici statali.

< Articolo precedente Articolo successivo >