Lunedý 17 Maggio14:11:00
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Basket: Under 19 regionale, Santarcangelo in finale

Sport Santarcangelo di Romagna | 14:27 - 20 Maggio 2010 Basket: Under 19 regionale, Santarcangelo in finale

La seconda semifinale al PalaAngels è stata una vera e propria battaglia, entusiasmante, assolutamente controindicata ai deboli di cuore, che ha visto prevalere i “gialli” dell’Abc su un Francesco Francia indomito e determinato a strappare a Santarcangelo la wild card per la finale. Non bastava vincere, ma era necessario stravincere, almeno di 13 punti, per capovolgere il risultato della semifinale di andata a Zola Predosa. E gli Angels sono riusciti nell’impresa.
 
Tutto davanti a una bella cornice di pubblico che ha sempre incitato la squadra. Alla vigilia sembrava utopia poter recuperare il debito accumulato all’andata, soprattutto considerando il valore degli avversari che avevano molto impressionato con la loro tenacia, il loro spirito di squadra e le buone doti individuali.
 
La cronaca: inizio folgorante dell’Abc, con De Martin e Lucchi a sbatterla dentro da tutte le posizioni, ma Sterpi e Mazzetti non ci stanno e riescono a limitare i danni per andare a chiudere il primo quarto sotto di 7 lunghezze. Ma è ancora lunga e nel secondo tempo il Zola Predosa si ricompatta subito, approfittando della fisiologica necessità di ossigeno degli Angels che vanno in confusione in attacco, si fanno rimontare e superare. Il F. Francia restituisce il favore (25-14 il parziale per gli ospiti nella seconda frazione) e chiude all’intervallo sopra di 4 lunghezze.
 
Sempre più difficile, perché adesso i punti da recuperare sono diventati 16, in soli 20 minuti. Si ricomincia il terzo giro sulla stessa riga, con gli Angels a cercare disperatamente la rimonta. Armigeri è finalmente on fire, recupera palloni e subisce falli ben supportato da Maioli. Zola Pedrosa però dimostra tutto il suo carattere fino al minuto 25 quando Lucchi, protestando in modo un po’ troppo colorito nei confronti dell’arbitro per un fallo non rilevato, si fa espellere chiudendo lì la sua semifinale.
 
L’episodio è come un frustata per gli Angels, che si risvegliano con un vigore inatteso, giocando forse i migliori 5 minuti della stagione: difesa asfissiante, palloni recuperati convertiti dall’altra parte in altrettanti canestri e una dose massiccia di attributi portano un parziale di 22-11 in favore dell’Abc nei secondi 5 minuti del quarto per finirlo sopra di 8 lunghezze.
 
Adesso la preda è ferita e occorre darle il colpo di grazia: De Martin, Pari, Maioli, Tomasi cercano di azzannare, ma il Francesco Francia resiste e si difende con le unghiate di Sterpi e Mazzetti che danno ossigeno alla loro squadra ormai agonizzante. Si poteva chiudere alla fine del tempo ordinario, ma gli Angels dalla lunetta falliscono clamorosamente il colpo del ko e non basta nemmeno l’ultima manciata di secondi per un tiro decisivo di De Martin che si spegne sul ferro.
 
Suona la fine del match con gli Angels sopra di 12 punti, in perfetta parità con la partita di andata; a questo punto servono altri 5 minuti di supplementare per decretare la finalista. I ragazzi partono bene: Maioli e Pari cercano di aumentare il distacco con efficaci soluzioni individuali, ma Perrotta e Sterpi non ci stanno e ribattono con una bomba e due conclusioni ravvicinate. Zola di nuovo a ridosso delle 12 lunghezze, approfittando anche dell’imprecisione degli Angels dalla lunetta (1 su 6 nel supplementare) che non convertono i numerosi falli subiti dai giocatori ospiti (saranno 4 alle fine a uscire con 5 falli).
 
L’ultimo minuto è un susseguirsi emozionante e convulsivo di azioni che portano gli Angels a tenere a 14 i punti di vantaggio grazie a un canestro di Pari. Agli avversari rimangono 10’’ per organizzare un’azione di attacco, ma le gambe e il cuore degli Angels non permettono un minimo spiraglio per l’ultimo disperato tentativo del Zola. Tutto il pubblico è in piedi a scandire gli ultimi secondi, quasi nel tentativo di telecomandare i movimenti dei giocatori in campo e in un tripudio di pugni alzati al cielo arriva finalmente la sirena della fine che decreta il risultato a favore degli Angels, con le casse del Madison a sfondare i timpani con l’inno per la finalista.
 
Domenica, ore 20, finalissima al PalaReno di Sant’Agostino (FE) contro lo Jato San Lazzaro.

< Articolo precedente Articolo successivo >