Venerd́ 13 Dicembre14:05:22
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Arte, dimezzato interesse per la contemporanea

ASCOLTA L'AUDIO
Cultura Nazionale | 18:07 - 02 Luglio 2010

Sono 13,5 milioni gli italiani appassionati all’arte in generale ma rispetto a due anni fa si dimezza l’interesse per la contemporanea che coinvolge solo un italiano su 10.
Sebbene 9,5 milioni di italiani considerano questa forma d’arte una buon investimento economico, diminuisce, in termini assoluti, anche tra gli appassionati, il numero di quanti acquisteranno un’opera oggi o nel prossimo futuro. Crisi o disinteresse per il settore? E’ la domanda che pone l’”Osservatorio Terna sull’arte contemporanea” condotto dall’Istituto per gli Studi sulla Pubblica Opinione, guidato dal Prof. Renato Mannheimer.

In particolare l’Emilia-Romagna e tutto il Nord-Est  si distinguono per rifiutare l’arte contemporanea (rappresentano il 56% del 44% dei disinteressati italiani) soprattutto per la mancanza di preparazione e per il poco tempo disponibile a fruirne. Nonostante ciò, l’Emilia-Romagna e il Nord-Est in generale, vedono nell’acquisto dell’opera d’arte una buona forma di investimento in periodo di crisi ( rappresentano il 28% del 19% nazionale).

E a proposito dell'Osservatorio Terna,  sono partite le iscrizioni per la terza edizione del Premio Terna per l’arte contemporanea “(+150) Visione: Origine e Potere. Energia attraverso le Generazioni”, a cura di Cristiana Collu e Gianluca Marziani. Iscrizioni aperte dal sito www.premioterna.com fino al prossimo  4 ottobre.

Intervista di Riccardo Giannini a Gianluca Marziani.

ASCOLTA L'AUDIO