Sabato 28 Novembre23:48:42
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Arrestato tunisino per omicidio connazionale

Cronaca Rimini | 15:07 - 22 Giugno 2008 Arrestato tunisino per omicidio connazionale

I carabinieri del reparto operativo di Rimini hanno arrestato un tunisino clandestino, Omezzine Tarek, 28 anni, per l'omicidio del connazionale Allaia Med Soufieny, 26 anni, avvenuto nella serata di ieri a Miramare Rimini dopo una lite scoppiata tra i due tra i tavolini di un caffé. L'uomo, che era già stato individuato nelle prime fasi delle indagini, è stato localizzato all'alba in un appartamento di via Chiasso a Rimini dove aveva trovato momentaneo rifugio. Le indagini sono state coadiuvati dagli agenti del nucleo ambientale della polizia municipale di Rimini. E' stata anche recuperata e sequestrata l'arma del delitto, un coltello a serramanico con una lama lunga 22 centimetri e gli indumenti indossati al momento dell'omicidio sporchi di sangue oltre a un cellulare che è risultato frutto di furto. Nell'operazione sono stati arrestati anche due tunisini, di 29 e 39 anni, ed una nigeriana 30 anni, per favoreggiamento personale. Si trovavano nell'appartamento al momento dell' irruzione dei carabinieri. E' stato arrestata anche una quinta persona, un altro tunisino di 24 anni, che nel corso delle indagini aveva fornito ai carabinieri false informazioni per cercare di coprire la fuga del connazionale. Soufieny era stato colpito con due coltellate all'addome, la prima più leggera, la seconda più forte. Si era accasciato a terra a pochi metri dal locale e nonostante il pronto intervento di una ambulanza, chiamata dai passanti, che lo aveva portato all'ospedale, il tunisino è morto durante il trasporto in ospedale.