Lunedė 30 Novembre22:01:25
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Archeologia: a Verucchio trovati scheletri cavalli

Cultura Verucchio | 14:21 - 27 Giugno 2008

Continuano a Verucchio gli scavi di una delle più importanti necropoli rivenute in Emilia-Romagna. E continuano le sorprese: le prime cinque tombe hanno messo in evidenza dati del tutto inediti per l'archeologia verucchiese. La scoperta più sorprendente viene da una sepoltura che, a prima vista, presentava un cippo piantato verticalmente nel terreno, ancora in posizione, a segnalare una grande fossa rettangolare (di oltre due metri di lato). In realtà all' interno della superficie sono emersi gli scheletri perfettamente conservati di due cavalli affiancati. L'uso dei cavalli e dei carri era legato a Verucchio, e nel mondo antico in genere, sia al trasporto sia alla guerra. Come si evince dai numerosi ritrovamenti in tombe maschili e femminili di elementi del carro e delle bardature equine (morsi, sonagli, ecc.), non va escluso il valore rituale che acquisivano carro e cavallo. Per la prima volta a Verucchio viene ritrovata l'inumazione di due cavalli, evidentemente sacrificati per scopi rituali. Il precedente di Bologna (necropoli di Belle Arti), in cui sono stati trovati tre cavalli non collegati ad una tomba, potrebbe far escludere che sotto ai cavalli di Verucchio sia presente la sepoltura. D'altro lato il cippo dovrebbe segnalare chiaramente una struttura funeraria, che a questo punto, col sacrificio dei cavalli, sarebbe certamente riservata ad un personaggio di altissimo rango.