Luned́ 19 Aprile05:55:27
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Appello Anpi Rimini: salviamo la Costituzione

Attualità Rimini | 07:50 - 15 Giugno 2010

Riceviamo e pubblichiamo da Anpi Rimini

Il comitato provinciale dell'ANPI di Rimini chiama ad una mobilitazione diffusa a difesa della Costituzione, nata dalla Resistenza, che regge democraticamente l’Italia da oltre 60 anni, l’inferno sarebbe cancellarla, ma questo è proprio il progetto del Presidente del Consiglio.
La richiesta di rigetto della Costituzione fatta dal premier è inaccettabile, per questo il comitato provinciale dell'ANPI porterà un fiore sopra ai monumenti dei caduti Partigiani della provincia di Rimini per non dimenticare l'origine della nostra Repubblica e della nostra Costituzione.
Un gesto semplice e simbolico, ma estremamente convinto per ricordare a tutti le parole di Piero Calamandrei, che la Costituzione "non è una carta morta, questo è un testamento, un testamento di centomila morti" e che i valori che sono contenuti in questo testo oltre all'assoluta attualità, devono, per garantire a pieno il sistema democratico, superare le ambizioni dei singoli governanti.  
L’ANPI fa appello a tutte le coscienze responsabili, ai partiti, alle istituzioni, all’associazionismo democratico, alle forze sindacali, agli studenti, affinché si dia luogo ad una grande, civile mobilitazione unitaria per dire NO alla deriva autoritaria in corso cui non si può più assistere inerti e divisi.
L'appuntamenti attualmente previsti sono i seguenti tutti Mercoledì 16 ore 18:30:
Rimini, Monumento ai Caduti di Piazza Tre Martiri
Riccione, Monumento ai Caduti vicino sede del Comune di Riccione, Via Vittorio Emanuele
Morciano di Romagna, Lapide ai caduti, Comune di Morciano


< Articolo precedente Articolo successivo >