Marted́ 29 Settembre06:38:17
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Ancora malori all'Amadori di Cesena

Cronaca Cesena | 13:17 - 06 Giugno 2008 Ancora malori all'Amadori di Cesena

Nuovi malesseri tra i lavoratori dello stabilimento avicolo Avicoop Amadori di San Vittore di Cesena, dopo i circa 170 casi analoghi che si verificarono lo scorso anno da marzo a luglio. A denunciare la cosa, parlando di una "situazione insostenibile", è il segretario nazionale della Flai-Cgil Antonio Mattioli che chiede la sospensione dell'attività lavorativa. "E' necessario assumere decisioni radicali a tutela dell'integrità fisica delle lavoratrici e dei lavoratori, perché non è possibile continuare l'attività lavorativa in queste condizioni e deve essere al più presto individuata e risolta la causa che provoca irritazioni, difficoltà respiratorie, difficoltà motorie tra gli addetti alla linea di produzione", ha detto Mattioli, ricordando che l'impianto occupa 2.100 persone ed è il più grande stabilimento avicolo del paese. "A questo punto la produzione deve essere sospesa", ha ribadito il sindacalista annunciando che le segreterie nazionali di Fai-Flai-Uila sono in attesa di una risposta da parte della proprietà alla richiesta di un incontro. Nello scorso anno ci furono malesseri tra i dipendenti con sintomi come bruciore alla gola, allo stomaco e sonnolenza. Delle 170 persone che si sentirono male 37 si rivolsero al pronto soccorso con prognosi da uno a tre giorni. In base ai controlli disposti dell'azienda, fu riscontrata la presenza nell'impianto fognario di sostanze irritanti come acido solfitrico e dimetildisolfuro. I malori si concentrarono in alcuni reparti che vennero chiusi temporaneamente dall'Ausl di Cesena con cui l'azienda si impegnò a intervenire sui problemi strutturali dell'impianto. (ANSA).