Sabato 15 Maggio20:06:28
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Amore lesbico finisce in maltrattamenti

Cronaca Forlì | 13:43 - 20 Maggio 2010 Amore lesbico finisce in maltrattamenti

Un amore lesbico è finito negli uffici della squadra mobile di Forlì. Protagonista una romena di 27 anni, denunciata per maltrattamenti e colpita da un'ordinanza di custodia cautelare coercitiva di allontanamento dalla casa familiare, e una coetanea italiana. La vicenda ha preso il via verso la fine del 2008, quando la giovane italiana, studentessa universitaria, conosce in un bar dove lavora part time la romena. Le due diventano amiche e quando la straniera racconta di una vita di soprusi e maltrattamenti subiti dal marito, l'italiana si commuove e la ospita nell'appartamento che divide col fidanzato. Ben presto fra le due donne nasce un rapporto che spinge l'italiana a lasciare fidanzato e appartamento per andare a vivere con la sua nuova compagna. Ma la storia d'amore si trasforma in breve tempo in un incubo. La romena è patologicamente gelosa: non vuole che la compagna esca da sola, vada a lezione se non accompagnata da lei, parli con altre persone. E al minimo sospetto per l'italiana fioccano schiaffi e pugni. Lei, pur innamorata della partner, resiste sino allo scorso marzo, quando, disperata e pesta di lividi, si presenta in questura e racconta tutto. Le due vengono divise, con l'italiana che torna a vivere con i genitori, ma la romena non si rassegna e saputo l'indirizzo dell'altra, la subissa di lettere d'amore e scuse e si fa notare sotto casa, arrivando a lanciare sassi contro la finestra. A questo punto l'ulteriore ordinanza. Il provvedimento, firmato dal gip Rita Chierici su richiesta del pm Marco Forte obbliga la straniera ad allontanarsi definitivamente.

< Articolo precedente Articolo successivo >