Giovedý 05 Agosto04:49:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Alcol: la legge riduce l'occupazione

Attualità Rimini | 16:55 - 19 Settembre 2008

Proibire la vendita degli alcolici nelle discoteche dopo le 2 di notte serve solo a ridurre l'occupazione. E' l'opinione di Silb-Confcommercio della provincia di Rimini, l'associazione che riunisce le discoteche della riviera sugli effetti della legge. Il Silb riconosce che "la legge rappresenti indiscutibilmente un tentativo per arginare un problema che nel nostro Paese ha assunto contorni preoccupanti. Tuttavia non si può sostenere che abbia favorito l'astensione dei giovani dal bere e la prevenzione dei morti sulle strade. E' invece sotto gli occhi di tutti che la sicurezza delle nostre strade è stata assicurata principalmente dall'incremento dei controlli da parte delle autorità competenti, con un sensibile incremento del numero di patenti ritirate". Ma controlli a parte, restano i dubbi sulla normativa in sé e sulle sue ripercussioni economiche. "L'attuale provvedimento legislativo ha sicuramente avuto un impatto economico notevole sulle aziende interessate - denuncia l'associazione - E in prospettiva 2009, il perdurare del divieto pone a serio repentaglio i livelli occupazionali garantiti sino a oggi dai locali di pubblico spettacolo". In ogni caso sono parecchie le iniziative che il Silb intende avviare dal prossimo inverno per la sicurezza stradale. La prima é il 'giorno del guidatore designato'. Obiettivo: diventare la provincia italiana con la più alta percentuale di persone che vanno in discoteca e si impegnano, a turno, a non bere e a riaccompagnare a casa i propri amici in assoluta sicurezza. Inoltre il Silb sta per attivare una collaborazione con il Sert per organizzare degli incontri nelle scuole per sensibilizzare i giovani sulla sicurezza stradale.

< Articolo precedente Articolo successivo >