Lunedė 29 Novembre16:28:34
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Alcol: Fipe, beve oltre 50 per cento italiani

Attualità Rimini | 20:27 - 16 Febbraio 2009 Alcol: Fipe, beve oltre 50 per cento italiani

Sono gli uomini a bere di più: il 65% dichiara di consumare alcol in casa, il 68,5% fuori casa. Tra le donne la percentuale si ferma al 52. Ma coloro che dichiarano di 'lasciarsi andare' sono al di sotto del 10% del campione. Sono i dati della ricerca della Fipe (Federazione esercizi pubblici) sul consumo di alcolici in Italia presentata a 'Pianeta Birra', all'interno della Mostra internazionale dell'alimentazione in corso a Rimini Fiera. Dalla ricerca emerge che a sette italiani su dieci capita di dover guidare l'auto per andare al ristorante o in pizzeria, mentre è più occasionale la guida di un mezzo se la destinazione è la discoteca, segno che in quest'ultimo caso è frequente l'uscita collettiva. E proprio quando si deve guidare l'atteggiamento nei riguardi dell'alcol diventa più responsabile: il 33% non beve affatto, il 54% beve il giusto, mentre il 10% affida la guida ad altri, per non correre rischi. Interrogati sul tema della 'tolleranza zero' del governo, cinque italiani su dieci giudicano i provvedimenti negativamente e considerano più efficaci misure come l'aumento dei controlli sulle strade (per il 34%) e sanzioni severe a chi guida dopo aver esagerato con gli alcolici (per il 29,5%). Altro dato riguarda anche il consumo di alcolici nei locali serali: il 44% degli intervistati, infatti, dichiara di consumare alcol quando frequenta discoteche o locali serali, mentre tra il restante 66% più della metà non beve mai troppo. Commentando i risultati della ricerca, che ha coinvolto un campione di 805 persone maggiorenni, il direttore generale della Fipe, Edi Sommariva, ha anche illustrato le richieste di Fipe alla politica: abolizione del divieto di somministrazione di alcolici dopo le 2 di notte; abbassamento del limite alcolemico allo 0,2 g/l soltanto per le categorie a rischio (giovani neopatentati, autisti professionali); introduzione del divieto di consumo di alcol nei luoghi diversi da quelli a ciò deputati, i pubblici esercizi.

< Articolo precedente Articolo successivo >