Mercoledý 14 Aprile05:16:11
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

AIA Rimini critica Federalberghi, interviene Melucci

Turismo Rimini | 18:53 - 18 Giugno 2010

La presidente degli albergatori Aia di Rimini, Patrizia Rinaldis, indirizza una lettera aperta di critica al 'suo' presidente nazionale di Federalberghi, Bernabò Bocca, sollecitando tra l'altro "una campagna forte e concreta per il sostegno alla domanda turistica già per la stagione in corso", e subito il neo assessore regionale al Turismo, Maurizio Melucci, replica che una "campagna straordinaria" di fronte alla crisi è gia in cantiere, compresa una promozione sui media partita "proprio oggi". Rinaldis ha scritto a Bocca dopo aver "assistito alla trasmissione Matrix" insieme a "colleghi riminesi che ieri hanno voluto commentare con il loro presidente i contenuti dei tuoi interventi e di quelli del Ministro Brambilla. A nostro avviso - prosegue -, tra le tante opinioni espresse sulle spiagge per cani e sulla bellezza delle calette e dei campi da golf, quello che è paurosamente mancato è una valutazione su questo inizio stagione. Se, inoltre, leggiamo le dichiarazioni della Brambilla, sembra che tutto vada bene, più che bene. Ti assicuro che qui da noi è tutto il contrario. Gli effetti della crisi e delle recenti manovre finanziarie si fanno sentire". E "non basta quello che l'anno scorso abbiamo miracolosamente realizzato: aumentare i servizi senza toccare i prezzi o abbassare i prezzi con offerte superspeciali per famiglie, bambini, giovani, stranieri e cultori degli short breaks". "Invece di parlare di caccia o di animali", per la Rinaldis si doveva cogliere "quell'importante occasione di esposizione mediatica per richiedere con forza una campagna forte e concreta per il sostegno alla domanda turistica già per la stagione in corso (visto che i buoni vacanze non stanno affatto decollando e ci si dovrà prima o poi chiedere il perché)". La presidente riminese si chiede anche "perché non abbiamo battuto i pugni sul tavolo per chiedere per il turismo le stesse politiche 'industriali' rivolte agli altri settori dell'economia". E poi, aggiunge, "si fa un bel dire di piccola impresa come valore inestimabile, ma quando vediamo la Marcegaglia condannare l'evasione fiscale e guardiamo le tasse che pagano le grandi famiglie industriali, beh ci viene il voltastomaco".

"Stiamo già lavorando a una promozione straordinaria come chiede il presidente degli albergatori": così l'assessore Melucci risponde alla lettera aperta della Rinaldis. "Proprio oggi - aggiunge - parte una campagna promozionale su diversi media (radio, periodici, quotidiani, web) che punta sugli elementi di qualità, unicità e convenienza della nostra offerta turistica, proprio come suggerito dalla presidente Rinaldis". La Regione, precisa, "aveva già ravvisato, e per tempo, i segnali negativi che si sono riversati sul turismo della riviera. Che il 2010 fosse iniziato, per molti aspetti, sotto una luce preoccupante, non è una novità. L'assenza di 'ponti' e le avverse condizioni meteo-climatiche (piovosità aumentata del 30% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) hanno segnato negativamente il mese di maggio e i primi di giugno, così come la crisi economica ancora molto grave in Italia e in parte consistenti dell'Europa. E vanno aggiunti gli effetti della manovra economica del Governo che non vanno certamente nella direzione di una serena pianificazione delle vacanze degli italiani. Mi sono insediato un mese fa - prosegue Melucci - e da quindici giorni, in tutte le occasioni pubbliche, sto sostenendo queste analisi". La campagna sui media, in collaborazione con Apt Servizi, "ha già prodotto i primi risultati - rileva Melucci -. Siamo partiti per tempo, per anticipare gli effetti di una crisi che avevamo capito vicina e preoccupante. E abbiamo agito con tempestività. Il sistema turistico regionale è compatto - conclude - più unito che mai, ed è questo il modo più giusto di affrontare le difficoltà".

< Articolo precedente Articolo successivo >