Marted́ 01 Dicembre22:55:56
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Adriatico: stato qualitativo mediocre-scadente

Ambiente Emilia Romagna | 17:26 - 03 Luglio 2008

I controlli ambientali sull'ecosistema marino antistante l'Emilia-Romagna evidenziano condizioni trofiche diverse lungo la fascia costiera, secondo i tecnici del battello oceanografico Daphne- Arpa. L'area centro-settentrionale, ancora largamente influenzata da apporti di acque dolci provenienti dal bacino padano, delinea uno stato qualitativo 'mediocre-scadente' delle acque marine. In forte diminuzione, infatti, la salinità delle acque superficiali anche nelle stazioni al largo e aumento della torbidità lungo tutta la colonna d'acqua. I continui apporti di elementi nutritivi sostengono intense fioriture microalgali che attestano una condizione generale di eutrofizzazione che si estende da Cervia (Ravenna) fino a Goro (Ferrara). I valori di ossigeno disciolto in queste zone risultano elevati in superficie, mentre diminuiscono bruscamente in prossimità del fondo evidenziando alcune aree critiche con valori di ossigeno prossimi allo zero (ipossia/anossia). Rispetto alla settimana scorsa è stato registrato inoltre un aumento delle temperature delle acque superficiali di circa 3 gradi. La zona meridionale presenta al contrario una condizione ambientale migliore, con valori di clorofilla bassi e buona trasparenza delle acque. Rimane bassa la salinità, che registra un valore medio di circa 31 Psu anche nelle stazioni a 10 e a 20 km dalla costa. Sono inoltre nella norma i valori di ossigeno rilevati sia in superficie che sul fondo.