Mercoledý 24 Febbraio19:04:49
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

Accoltellato Moldavo a Rimini, arrestati complici

Cronaca Rimini | 12:34 - 28 Gennaio 2008 Accoltellato Moldavo a Rimini, arrestati complici

I carabinieri del nucleo investigativo di Rimini hanno risolto in poche ore un tentato omicidio di un moldavo da parte di un connazionale che è stato arrestato assieme a un complice. Sequestrata anche l'arma. E' successo la scorsa notte poco dopo l'una. In manette sono finiti Corneli Puica, 22 anni, clandestino, responsabile di tentato omicidio e porto di armi o oggetti atti ad offendere, e Stanislav Dari, 32, operaio, legalmente in Italia, responsabile di favoreggiamento personale per aver ostacolato le indagini. I fatti sono avvenuti nella serata di ieri dinanzi ad uno stabile di via Matteotti: Puica, nel corso di una lite, in presenza di Dari e scaturita da pregresse ruggini, è stato dapprima aggredito dal connazionale Ilia Moisei, moldavo di 36 anni, senza fissa dimora. E a sua volta lo ha colpito con una coltellata al petto per poi darsi alla fuga a bordo del proprio ciclomotore. Solo cinque ore dopo il caso poteva dirsi risolto, quando i militari hanno localizzato in un appartamento di Santa Giustina, nel riminese, l'autore del tentato omicidio, appunto Corneli Puica, che condivideva l'abitazione con altri connazionali. Nel corso della perquisizione sono stati rinvenuti e sequestrati un coltello con lama lunga 13,5 centimetri, utilizzato per colpire Moisei; un lucchetto apribile con chiavi di proprietà del mancato omicida, rinvenute sul luogo dell'aggressione, maglietta, giacca e pantalone macchiati di sangue. La vittima, in prognosi riservata e ricoverata in rianimazione all'ospedale civile di Rimini, è stato sottoposto a intervento chirurgico per lesioni gastriche, perforazioni dello stomaco e del pancreas. Gli arrestati sono stati condotti in carcere a Rimini, in attesa della convalida degli arresti.

Servizio audio di Grazia Antonioli

< Articolo precedente Articolo successivo >