Mercoledý 30 Settembre10:40:02
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A San Marino convegno su telecomunicazioni

Attualità Repubblica San Marino | 14:12 - 16 Maggio 2008 A San Marino convegno su telecomunicazioni

La richiesta di servizi di telecomunicazioni cresce in tutto il mondo. Le percentuali vanno dal 3 al 5% l’anno. In Nord America, Europa, Asia la crescita del mercato, 4% ogni 12 mesi, si chiama banda larga. Grazie a lei viaggiano in rete impressionanti quantità di dati, fino a 100 megabit il secondo, sia su cavo che, soprattutto, via radio.  Nel nostro continente la usano già 92 milioni di persone, in Usa e Canada 81, in Giappone e Corea si è arrivati a 43 milioni di utenti.

A fare la parte del leone in questo nuovo balzo in avanti delle comunicazioni è “wimax”. Un nuovo sistema in grado di connettere computer e telefonini, senza bisogno di cablature o fibra ottica. “Wimax” opera con antenne in grado di coprire superfici di 50 km quadrati ognuna. Collega  computer e telefonini sia da postazione fissa (casa o ufficio) che da mobile (un giardino pubblico, una stazione, un auto, anche in movimento) Risultato: una connessione internet stabile, veloce, sicura. Spesso, a costi e tariffe più basse di quelle delle line Adsl abitualmente utilizzate.

Saranno questi gli argomenti al cento del Convegno organizzato all’ombra del monte titano, mercoledì 21 maggio (centro convegni Domagnano) da Telenet, marchio leader delle telecomunicazioni della Repubblica di San Marino. Ne discuteranno con il pubblico Dario Di Zenobio, della Fondazione Ugo Bordoni, il quale ha curato la normativa italiana d’assegnazione delle frequenze ai privati e le norme per il loro utilizzo. Un percorso che ha portato nelle casse dello Stato italiano qualcosa come 136 milioni di euro, con un + 176% sulla base d’asta iniziale.