Sabato 28 Novembre17:48:59
Android
 | 
iOs
 | 
Mobile

A Rimini l'evento mondiale "World Leisure Congress" del 2012

Eventi Rimini | 09:25 - 13 Luglio 2008 A Rimini l'evento mondiale

Al Palacongressi di Rimini, dal 10 al 14 settembre 2012 il WORLD LEISURE CONGRESS. Per la città di Rimini un evento promozionale di portata mondiale.

Ieri mattina, nella cornice della Sala del Giudizio del Museo della Città di Rimini, nel corso della cerimonia per la firma del contratto a cui hanno partecipato Alberto Ravaioli Sindaco di Rimini, Mauro Ioli, Presidente Convention Bureau della Riviera di Rimini, Federico Placucci, Dirigente Settore Turismo Comune di Rimini, Derek Casey, Presidente World Leisure Organization e Christopher Edginton, Segretario generale World Leisure Organization, è stata ufficializzata l’acquisizione del 2012 World Leisure Congress da parte della città di Rimini.

Il World Leisure Congress è l'evento biennale promosso dall’associazione americana non governativa World Leisure Organization, il cui scopo è quello di studiare, tutelare e sviluppare il “leisure” (ovvero il tempo libero) quale motore di crescita sociale e di benessere.

L’incontro, della durata di quattro giorni, si svolgerà nel nuovo Palacongressi di Rimini e vedrà la partecipazione di circa 1.500 delegati appartenenti all’associazione, manager del settore, accademici, funzionari governativi e partner del settore privato, per un totale di 7.500 presenze complessive e una ricaduta economica sul territorio stimata in 2 milioni e 625.000 euro.

“Un impegno coerente e tenace portato avanti per quattro lunghi anni da tutta la città, unita in un gioco di squadra solidale e vincente che ha raggiunto l’obiettivo. Una vittoria che acquisisce un significato ancora maggiore, poiché nasce da una prima delusione che non ha scalfito il nostro desiderio di rivincita. Infatti, quando nel 2006, in ‘short list’ a Rimini fu preferita la città coreana Chuncheon City, il deciso invito del committente a rimetterci al lavoro per ricandidarci per l’edizione successiva ci fece capire subito che si trattava di un semplice rinvio.” ha dichiarato Mauro Ioli, presidente di Convention Bureau della Riviera di Rimini che, attraverso il COL-Comitato organizzativo locale, ha curato la regia dell’operazione.

L’invito è stato raccolto e, anche grazie al tema proposto come argomento portante del congresso “Sport, creativity and leisure: new social frontiers” (Sport, creatività e tempo libero: nuove frontiere del sociale), messo a punto con l’apporto di Comune, Facoltà di Economia del Turismo dell’Università di Bologna-Polo Didattico di Rimini e RiminiFiera per le sinergie attivate con Rimini Wellness, Rimini ha ottenuto un riscontro positivo.

Un tema che non solo recepisce le linee strategiche di sviluppo del nostro territorio delineate dai più recenti strumenti di programmazione, ma che si inserisce a pieno titolo nell’ambito dell’argomento-guida dell’attività del prossimo quinquennio della World Leisure Organization, ovvero “Leisure and transformation” (Tempo libero e trasformazione).

Ha commentato il Sindaco di Rimini, Alberto Ravaioli: “Aprirsi al mondo è scritto nel destino di Rimini. Non è forse vero che Federico Fellini è stato e rimane uno degli italiani più conosciuti e apprezzati al mondo? Fare di un bene immateriale come il ‘leisure’ un mestiere e un’arte campeggia idealmente nella stemma di questa città. Per questo - e molto altro - il congresso del 2012 trova la sua cornice perfetta, traendo entrambi i protagonisti (la manifestazione e Rimini) il massimo beneficio dall’incontro. Questa città sta completando una serie di infrastrutture che, nel giro di un lustro, la imporranno tra i luoghi più ‘nuovi’ del Paese. Una riqualificazione profonda che non ha niente a che fare con il posticcio o il generico architettonico ‘che sta bene su tutto’ ma con opere legate (nell’ispirazione, nella progettazione, nella concreta risposta alle domande) al territorio. Tra quattro anni, il World Leisure Congress a Rimini, tra i tanti messaggi che lancerà al mondo, ne riserverà uno che più o meno potrebbe così suonare: sì, è possibile incrementare la qualità di vita attraverso processi sociali, economici, culturali e urbanistici che fanno leva su un patrimonio immateriale ma tanto, tanto reale. Davvero una cosa di cui Rimini può sentirsi orgogliosa”.

Le edizioni precedenti all’evento in programma nel 2012 a Rimini si sono svolte a:
Lake Louise, Canada - 1988
Sydney, Australia - 1991
Jaipur, India - 1993
Cardiff, Gran Bretagna - 1996
San Paolo, Brasile - 1998
Bilbao, Spagna - 2000
Kuala Lumpur, Malesia - 2002
Brisbane, Australia - 2004
Hangzhou, Cina - 2006

Mentre le prossime avranno luogo a:
Québec City, Canada - ottobre 2008
Chuncheon City, Corea del Sud - 2010

In entrambe le occasioni Rimini verrà presentata e promossa da una delegazione composta da rappresentanti del Comune e di Convention Bureau che disporranno di uno stand allestito all’interno della sede dei congressi per tutta la durata della manifestazione.

(Comunicato stampa)